Responsabilità editoriale Obiettivo Europa

Lo sport come strumento di integrazione e inclusione sociale dei rifugiati

Pubblicato il: 28 aprile 2020 - Scadenza: 1 giugno 2020

FINALITÁ - Con l'aumento del numero di rifugiati che intendono stabilirsi nell'Unione europea, cresce la necessità di iniziative di integrazione e inclusione sociale efficaci. Lo sport è uno degli strumenti che permettono di realizzare la piena integrazione dei rifugiati e i progetti sportivi locali hanno un ruolo trainante nell'agevolare l'integrazione dei rifugiati nelle nuove comunità. In tutta l'Unione europea, a livello degli Stati membri o nell'ambito dei programmi UE, è stata adottata un'ampia gamma di iniziative e vengono già realizzati progetti innovativi. Si tratta di un’azione preparatoria che intende sostenere i progetti sportivi destinati all'integrazione dei rifugiati attraverso lo sport.

I risultati previsti di tale azione preparatoria saranno principalmente:

  • favorire la partecipazione diretta dei rifugiati e delle comunità di accoglienza;
  • promuovere un approccio a livello europeo, che accresca la capacità delle comunità di accoglienza di coinvolgere e integrare attivamente i rifugiati attraverso lo sport.

L'attuazione del progetto pilota terrà debitamente conto della complementarità con il programma Erasmus+ Sport dell'UE, con le azioni ammissibili a titolo del Fondo Asilo, migrazione e integrazione (AMIF) e con le azioni attualmente finanziate tramite il progetto pilota "Promozione dell'attività fisica salutare in tutta Europa".

I risultati attesi sono i seguenti:

  • organizzare attività sportive per i rifugiati;
  • incoraggiare i rifugiati a praticare sport e attività fisica;
  • promuovere la collaborazione dei rifugiati e delle comunità di accoglienza nell'organizzazione di attività sportive

ENTITÀ DEL CONTRIBUTO -  La somma totale stanziata per il cofinanziamento dei progetti nell'ambito del presente invito a presentare proposte è stimata a 1.650.000 Euro.  La sovvenzione dell'UE è limitata ad un tasso di cofinanziamento massimo dell'80 % dei costi ammissibili. L'importo massimo da assegnare per progetto è pari a 300.000 Euro. L'importo minimo da assegnare per progetto è pari a 200.000 Euro. La Commissione prevede di finanziare circa 6 proposte (cioè di firmare 6 sovvenzioni da 275.000 Euro in media).

Responsabilità editoriale di Obiettivo Europa.
Per leggere l'articolo completo, registrati su Obiettivo Europa, per attivare il periodo di consultazione gratuita per 15 giorni.