DP World Tour; primo titolo per Kieffer, 13/o Paratore

Tedesco supera nel finale malese Green.Gara ridotta per maltempo

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 21 AGO - Il tedesco Maximilian Kieffer ha firmato il suo primo titolo sul DP World Tour imponendosi con 200 (68 66 66, -16) colpi nel D+D Real Czech Masters sul percorso dell'Albatross Golf Resort (par 72) a Praga, dove ha superato di misura il malese Gavin Green (201, -15). Nella gara che, a causa del maltempo, è stata ridotta da 72 a 54 buche, è terminato in alta classifica per il terzo evento di fila Renato Paratore, 13/o con 206 (67 68 71, -10), dopo essersi classificato terzo nel Cazoo Open e quarto nell'ISPS Handa World Invitational. A premio anche Nino Bertasio, 41/o con 210 (69 70 71, -6), e Andrea Pavan, 57/o con 214 (70 71 73, -2), che aveva vinto la competizione nel 2018.
    Kieffer, 32enne di Bergisch-Gladbach nel cui palmarés figurava solo un titolo sul Challenge Tour nel lontano 2012 (Gujarat Kensville Challenge), ha condotto il turno finale in 66 (-6) colpi, secondo parziale del round, e praticamente ha avuto partita vinta quando ha realizzato il settimo birdie (contro un bogey) alla buca 17. Probabilmente non sarebbe bastato senza l'involontario aiuto di Green che, preso il comando nel secondo round e rimasto al vertice con tre birdie sulle prime dieci buche, gli ha lasciato strada con un doppio bogey alla 14ª (71, -1) e poi è stato molto sfortunato sull'ultimo green, quando la pallina del playoff ha sbordato negandogli il birdie.
    Tra i protagonisti anche il finlandese Tapio Pulkkanen, terzo con 202 (-14) messosi in corsa per il titolo con sei birdie e poi fuori gioco per un bogey (67, -5). Stesso score per il sudafricano Louis De Jager e quinta posizione con 203 (-13) per l'altro sudafricano Zander Lombard, che ha risalito la classifica di 22 gradini con un 64 (-8, otto birdie), miglior score di giornata. Subito dietro l'australiano Jake McLeod e il tedesco Marcel Schneider, sesti con 204 (-12).
    Paratore, settimo nei primi due round, ha iniziato bene con un birdie, poi due bogey ne hanno frenato la corsa che non è più ripresa neanche dopo un eagle (71, -1). Anche Bertasio ha realizzato un 71 (-1) mettendo insieme cinque birdie, due bogey e un doppio bogey e Pavan ha segnato un 73 (+1) con cinque birdie e sei bogey, di cui cinque di fila. Non ha superato il taglio il quarto italiano in gara, Lorenzo Gagli, 109/o con 148 (75 73, +4). (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA