L'amicizia aiuta a combattere il tumore, torna "I Fuori sede"

Musical degli studenti fa tappa a Pavia, fondi a piccoli pazienti

Redazione ANSA ROMA

  Cosa succede quando la diagnosi di tumore irrompe nella vita di un gruppo di giovani studenti universitari? A raccontarlo è "I Fuori sede", uno spettacolo che parla di amicizia, di paure, di forza e di solidarietà. Dopo il debutto a Roma e le tappe di Milano e Bari, l'opera musicale prosegue il suo tour e farà tappa il 28 febbraio al Teatro Fraschini di Pavia.
    Ideato da Maria Teresa Carpino e realizzato dall'Associazione Pancrazio, lo spettacolo unisce danza, musica, risate ma anche emozionanti storie vere di malattia, raccontate dai pazienti stessi. A ispirarlo, la storia di Giacomo Perini, studente di Scienze Politiche e membro della Nazionale Paralimpica di Canottaggio: a 18 anni ricevette la diagnosi di sarcoma, tumore raro e aggressivo, ma oggi sul palco interpreta se stesso.
    Protagonisti, accanto a lui, dieci studenti universitari che si trasferiscono a vivere insieme, ma la loro vita spensierata di ventenni viene interrotta dalla notizia che il loro amico Giacomo ha un tumore. La notizia li mette alla prova, dovranno fare i conti con l'accettazione della malattia e la sua gestione quotidiana. Ma nell'amicizia troveranno la forza.
    Ad arricchire l'opera teatrale, gli Stratos, campioni mondiali di hip hop, ma anche artisti come Luca Valenti e Blue Yoshimi. L'iniziativa, ha il patrocinio della Federazione delle Associazioni di Volontariato in Oncologia (Favo), del Comitato Olimpico Nazionale Italiano (CONI), dell'Istituto Europeo di Oncologia (IEO) e del Policlinico di Pavia, e il ricavato sarà devoluto al Centro Nazionale di Adroterapia Oncologica (Cnao), per un progetto a favore dei pazienti pediatrici. Sul palco, a raccontare le loro testimonianze di malattia e di coraggio, ci saranno anche due pazienti di Pavia.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA