Mercedes, debutta GLB. Suv hi-tech e anche sette posti

Bagagliaio best in class, disponibile anche trazione 4MATIC

Redazione ANSA ROMA

Ottavo membro della famiglia di compatte della Stella, suv versatile e spazioso, ideale per la famiglia e il tempo libero: GLB è la prima Mercedes-Benz del segmento disponibile a richiesta anche in versione sette posti.

Il frontale verticale, con i fari incisivi definisce la sua natura offroad, così come gli sbalzi corti, davanti e dietro.

Grazie a motori efficienti, sistemi di assistenza alla guida di ultima generazione, infotainment MBUX e la gestione comfort dei programmi Energizing, GLB eredita tutti i punti di forza dell'attuale generazione di compatte della Stella. Il listino italiano parte da 35.387 euro per la versione 180 d Automatic Executive, la porta d'ingresso ad una gamma che offre cinque versioni: Executive, Business, Sport, Sport Plus e Business, e un'ampia scelta di motorizzazioni,tutte Euro 6d,da 1.3 a 2.0 cc, con potenze comprese tra 116 a 224 CV.

Lunga 4.634 mm e larga 1.834 mm e con un passo di 2.829 millimetri, maggiore di dieci centimetri rispetto alla nuova Classe B, GLB offre uno spazio interno al top di gamma ed un volume del bagagliaio simile a quello delle station wagon (compreso tra 560 e 1.755 litri, valori riferiti alla versione cinque posti). A richiesta, la seconda fila di sedili scorre in senso longitudinale, mentre l'inclinazione degli schienali è regolabile già di serie su più posizioni. Si ottengono così fino a 179 litri di capacità in più, che consentono un uso estremamente versatile del bagagliaio.

Il GLB è prodotto nello stabilimento di Aguascalientes (Messico) e, per il mercato cinese, nella sede produttiva di Pechino. Il suo debutto in concessionaria è previsto per la fine dell'anno.

Le proporzioni imponenti di GLB enfatizzano un design orientato alla guida in fuoristrada, in cui dominano le generose superfici, abbinate a linee ridotte e giunzioni precise. Il frontale verticale con i fari incisivi dimostra la natura offroad, così come gli sbalzi corti davanti e dietro. Le spalle muscolose e ben modellate dominano la vista laterale e sono accentuate dalla linea di cintura ascendente all'altezza del montante posteriore. Le porte che arrivano a coprire i sottoporta rendono più confortevole salire a bordo, proteggono il vano porta dalla sporcizia e aumentano la protezione in caso di impatto laterale. La plancia portastrumenti è un corpo unico da cui pare sia stata 'tagliata via' una parte nella zona del guidatore e del passeggero anteriore. Davanti al conducente si trova la plancia con display widescreen, che per i comandi e la visualizzazione si affida al sistema MBUX (Mercedes-Benz User Experience). Il carattere robusto degli interni prosegue anche nella consolle centrale: grazie all'effetto "fresato", gli elementi tubolari infondono ai componenti e agli elementi di comando un aspetto massiccio.

GLB è equipaggiato a richiesta con la trazione integrale permanente 4MATIC, con ripartizione variabile della coppia. La trazione integrale dalla taratura sportiva offre al guidatore la possibilità di influire sulla trazione 4MATIC con l'interruttore Dynamic Select.

Nuovo GLB attinge alla squadra di motori a quattro cilindri, benzina e diesel, completamente rinnovata per la nuova edizione delle serie compatte. Rispetto alla generazione precedente, i propulsori si distinguono per la potenza specifica nettamente incrementata, la migliore efficienza e la riduzione delle emissioni.

Il due litri M 260 di GLB 250 4MATIC ha un basamento in alluminio pressofuso con canne dei cilindri in ghisa grigia, che si allargano nella parte inferiore secondo il principio Conicshape. Questo metodo di lavorazione, cui la casa ha dato anche l'eloquente denominazione interna di "levigatura a campana", minimizza l'attrito dei pistoni e riduce il consumo.

Nella testata cilindri a quattro valvole in alluminio il comando variabile delle valvole CAMTRONIC permette di ottenere una regolazione della corsa delle valvole di aspirazione su due livelli.

Il due litri diesel (OM 654q) di GLB200 d/GLB 220 d con cambio a doppia frizione 8G-DCT dispone di un sistema di post-trattamento dei gas di scarico ancora più evoluto, grazie al quale soddisfa già adesso i requisiti RDE fase 2 (Real Driving Emissions), obbligatori dal prossimo 2020, e può vantare la certificazione a norma Euro 6d.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA