Portiere di lino e caschi di legno, la Germania punta sulla bio economy

Due ministeri la sostengono con 3,6 miliardi

Redazione ANSA

Le due ministre tedesche dell'Agricoltura e dell'Istruzione hanno stanziato un fondo comune da 3,6 mld per sostenere la bio-economy in modo da incoraggiare a sostituire il materiale di origine fossile usato per i prodotti di uso quotidiano con materiali di origine sostenibile. La ministra dell'agricoltura, Julia Kloeckner, e la ministra dell'Istruzione, Anja Karlizcek, supervisioneranno oltre 1000 progetti entro il 2024.

Il budget prevede uno stanziamento di 2,5 miliardi all'Agricoltura e un po' più di un miliardo a progetti di ricerca. Le due esponenti del governo hanno elogiato alcuni esempi di prodotti della bioeconomia, come un pneumatico fatto di tarassaco, una portiera dell'auto in fibra di lino invece che in fibra di carbonio, una sneaker in seta sintetica di ragno e persino un o casco da bicicletta super legger in legno. "I prodotti sostenibili saranno economicamente competitivi nel lungo periodo" ha detto la ministra dell'istruzione Karlizcek .

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie