Riaprono iscrizioni ai programmi estivi di Intercultura

Quattro settimane per 14-18enni per scoprire il mondo

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 2 DIC - Riaprono oggi le iscrizioni ai programmi estivi proposti da Intercultura: quattro settimane rivolte agli studenti dai 14 ai 18 anni per scoprire il mondo con occhi diversi. Sono 12 le destinazioni proposte dall'Associazione senza scopo di lucro che opera nel campo dell'educazione giovanile interculturale dal 1955: dalle più tradizionali nei Paesi di lingua anglosassone -Irlanda, Regno Unito, Canada - ad altri Paesi europei quali Spagna, Finlandia, Danimarca e Russia, fino ad arrivare alle destinazioni più lontane dove la diversità culturale è più marcata: Cina, India, Tunisia, Argentina.
    I programmi sono aperti a tutti: fino al 20 gennaio 2020 è possibile iscriversi direttamente sul sito di Intercultura www.intercultura.it. In molti potranno anche partecipare alle selezioni per vincere una delle decine di borse di studio messe a disposizione da aziende, fondazioni, enti per studenti meritevoli del territorio o come attività di welfare per le famiglie dei dipendenti. Dopo il 20 gennaio la partecipazione sarà esclusivamente a pagamento, sulla base delle disponibilità residue. L'elenco del borse di studio e dei contributi offerti è in continuo aggiornamento all'indirizzo: https://www.intercultura.it/programmi-estivi/borse-di-studio-spo nsorizzate-estive/ Ad oggi sono 63. Tra i programmi proposti, spiccano la novità del programma STEM in India (Science, Technology, Engineering, Mathematics) e il programma Global Prep in California che verte su tematiche come la tutela dell'ambiente e l'orientamento professionale (durante il programma è prevista una settimana dedicata all'ambiente, in cui gli studenti partecipano ad attività divertenti utili e responsabili come la pulizia delle spiagge) e le tematiche di attualità (gli studenti si spostano con i volontari di Intercultura al confine tra USA e Messico per discutere di immigrazione). In Cina, Irlanda, Russia, Tunisia e in altre destinazioni il focus invece è sulla lingua e la cultura locale. Tutti i ragazzi saranno invitati a partecipare anche al concorso fotografico "Un obiettivo sul mondo, un'iniziativa che stimola gli studenti a sviluppare strumenti di osservazione della realtà culturale del Paese in cui vivranno e a scoprire alcuni aspetti meno stereotipati della cultura locale. In premio un viaggio a Bruxelles alla scoperta delle istituzioni europee, come è accaduto a alla 17enne Linda Pinzi di Acquapendente (VT), vincitrice del concorso fotografico 2019 con la foto "L'amore oltre la barriera" sul tema dell'immigrazione al confine tra USA e Messico.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA