Europei: amici Mancini, "È il suo capolavoro"

A Jesi esplode la festa, c'è chi conosce il ct da 50 piange

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 12 LUG - "È il capolavoro di Mancini, è questo il punto più alto della sua carriera", a dirlo all'ANSA sono gli amici di sempre del commissario tecnico della Nazionale campione d'Europa. Bruno Sassaroli, Fausto Scarponi, Giovanni Frezzotti, Gino Bolletta, Roberto Possanzini, Marino Zannotti, Massimo Tramontana, Armando Zoppi, Francesco Focarelli, Massimo Albonetti e Piero Bologna hanno seguito la finale con l'Inghilterra al "Lady green", pizzeria di Moie, borgo di poche anime alle porte di Jesi, la città natale del tecnico in provincia di Ancona. "È un'emozione indescrivibile - raccontano - Adesso organizzeremo una grande festa quando Roberto tornerà in città". Al rigore sbagliato degli inglesi che ha spalancato le porte della vittoria agli Azzurri c'è anche chi è esploso a piangere dalla felicità, come nel caso di Massimo Tramontana che racconta di conoscere Mancini da 50 anni. Ma l'emozione e la felicità per il successo dell'Italia e del "loro" Roberto, è stampata sui volti di tutta la comitiva che per tutti i 120 minuti e la "coda" dei rigori ha sofferto e sostenuto il loro amico. Alla fine hanno inviato una pioggia di messaggi whatsapp sul numero di Mancini, ringraziandolo per l'impresa. Intanto in città è esplosa la festa. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA