Tartarughe caretta caretta scelgono ancora Sardegna per nidi

Prima schiusa per 80 uova attesa per ferragosto in spiaggia Chia

Redazione ANSA CAGLIARI

Nell'ambito delle attività della 'Rete regionale per la conservazione della fauna marina', coordinata dell'Assessorato regionale della Difesa dell'ambiente, il Corpo forestale ha messo in sicurezza, nella spiaggia Sa Colonia di Chia, il primo nido di Caretta caretta del 2021. Si tratta di 80 uova, come fa sapere il centro di educazione ambientale Laguna di Nora Il concessionario balneare, che l'ha individuato, ha prontamente segnalato il ritrovamento e i biologi dei centri di recupero Laguna di Nora e CReS, dopo aver valutato le condizioni del nido, ne hanno disposto lo spostamento in una posizione più sicura, inserendo sonde termometriche per rilevarne l'attività, garantendo il costante monitoraggio fino alla schiusa, prevista per la metà di agosto. Fino a quella data, è stato disposto il presidio e il controllo del nido, a cura della Rete regionale col supporto delle associazioni e dell'Amministrazione comunale di Domus de Maria. "La traslocazione del nido (questo il termine tecnico) di tartarughe marine può essere effettuato senza provocare rischi per gli embrioni entro poche ore dalla deposizione o dopo almeno 25 giorni di sviluppo, per questo si è scelto di farlo immediatamente", spiega ancora il centro Laguna di Nora.

"Queste fantastiche tartarughe scelgono con scrupolo dove nidificare e spesso individuano le spiagge della Sardegna, a riprova dell'ottimo stato di salute dei nostri litorali, dove trovano le condizioni climatiche giuste - ha commentato l'assessore della Difesa dell'ambiente, Gianni Lampis - La Regione affronta da tempo con attenzione il tema della biodiversità marina, fattore di ricchezza ambientale tutelato anche grazie alla Rete regionale per la conservazione della fauna marina, che adotta tutte le misure di protezione e di salvaguardia".

Infine, l'assessore Lampis ha rivolto un invito ai cittadini per collaborare attivamente, adottando comportamenti responsabili e rispettosi della presenza della tartaruga, segnalando subito ogni avvistamento e attendendo l'intervento del personale che si occuperà della messa in sicurezza del nido.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie