Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

A Perugia una giornata su La riforma della par condicio

A Perugia una giornata su La riforma della par condicio

Pluralismo sui nuovi media, tra i temi dell'incontro

PERUGIA, 13 dicembre 2023, 12:08

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 15 dicembre a partire dalle 10.30, nella sala del Consiglio di Palazzo della Provincia di Perugia, si terrà la giornata di studio su "La riforma della par condicio - Pluralismo sui nuovi media, le garanzie per il cittadino". Parteciperanno diversi docenti di alcune Università italiane ed esperti del settore, a cominciare dall'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni.
    La giornata - è detto in un comunicato di Palazzo Cesaroni - si aprirà con i saluti istituzionali della presidente del Corecom Umbria, Elena Veschi, cui seguiranno quelli del rettore dell'Università di Perugia Maurizio Oliviero, del direttore del Dipartimento di giurisprudenza Andrea Sassi, del presidente dell'Ordine degli avvocati Carlo Orlando e del presidente dell'Ordine dei giornalisti dell'Umbria Mino Lorusso.
    I lavori si svolgeranno in due sessioni, una al mattino e l'altra a partire dalle 15.30 del pomeriggio, gli interventi saranno coordinati dall'avvocato Carlo Calvieri, responsabile scientifico del progetto di ricerca.
    Nella sessione mattutina si parlerà di "Nuovo ecosistema mediale e i vecchi limiti legislativi; la struttura comunicativa e le esigenze di educazione delle comunità dei cittadini elettori e i limiti legislativi; tra scienza della comunicazione e diritto". Previsti gli interventi di Paolo Mancini (Università degli studi di Perugia) su "Serve ancora una legge sulla par condicio?"; Marco Mazzoni (Università degli studi di Perugia) su "Il nuovo ecosistema mediale: cos'è e cosa lo caratterizza; Simone Calzolaio (Università degli studi di Macerata) su "Pluralismo e par condicio al tempo dell'infosfera"; Giulio Enea Vigevani (Università degli studi di Milano "Bicocca") su "Comunicazione, par condicio e Costituzione"; Edoardo Novelli (Università degli studi Roma 3) su "Dalla tv ai social: regole e modelli mediali di cittadinanza".
    Nel pomeriggio il tema sarà "Contesto sociale nuovi media e le difficoltà di regolazione e controllo della comunicazione politica: i ruoli di AgCom e Comitati regionali". Previsti gli interventi di: Giovanna De Minico (Università degli studi di Napoli "Federico II") su "Le autorità della rete: poteri pubblici o governi privati di interessi?"; Gianluca Gardini (Università degli studi di Ferrara) su "Par condicio e comunicazione istituzionale degli enti locali: profili regolatori"; Teresa Perrucci (AgCom) su "L'esperienza dell'AgCom a più di vent'anni dall'applicazione della legge 28/2000"; Donatella Binaglia (vicepresidente Ordine dei giornalisti dell'Umbria) su "L'attuale disciplina legislativa in materia di par condicio in campagna elettorale e le ricadute sulla professione giornalistica).
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza