Umbria

Tpl: in II commissione audizione dei sindacati di categoria

Naldini, in estate nessun taglio di chilometri

(ANSA) - PERUGIA, 08 GIU - Dopo aver espresso preoccupazione, in una lettera indirizzata alla Seconda commissione, rispetto a problematiche riguardanti il personale impiegato nel settore del Trasporto pubblico locale, soprattutto per i probabili tagli nel periodo estivo e per i tempi della futura gara di settore, rappresentanti dei sindacati di Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uil Trasporti e Faisa-Cisal sono stati auditi oggi dall'organismo consiliare presieduto da Valerio Mancini.
    Rispetto alla possibilità di tagli di chilometri nella stagione estiva, sono stati rassicurati dal dirigente regionale Leonardo Naldini che ha rimarcato come non sia previsto, per la prossima estate, alcun taglio rispetto al programma di esercizio contrattuale.
    In merito alla gara, Naldini - è detto in un comunicato della Regione - ha invece spiegato che è ancora prematuro parlare di chilometri e risorse. "Il quadro attuale dello stato dell'arte - ha detto - vede l'affidamento all'Agenzia regionale dell'organizzazione dell'esperimento di gara e sono già stati individuati gli advisor che la assisteranno nel procedimento, tuttavia da qui alla gara ci sono diversi elementi da completare. In primo luogo c'è l'aggiornamento del piano di bacino che rappresenta il cuore e l'attività programmatoria regionale e degli altri Enti locali. Si tratta del processo che individua esattamente il programma di esercizio da mettere a gara. L'operazione avverrà nella seconda di quest'anno.
    L'ambizione e che l'attività si possa concludere entro fine anno o comunque ad inizio 2022. Il bacino è unico e riguarda l'intera regione, il tema è in quanti lotti deve essere invece suddiviso.
    Si tratta di un passaggio che dovrà seguire all'approvazione dell'aggiornamento del piano di bacino a cui seguirà l'individuazione del numero dei lotti, adempimento che deve svolto in stretta relazione con la stessa Autorità di regolazione dei trasporti".
    Nei loro interventi, Ciro Zeno (Filt-Cgil), Cristian Di Girolamo (Faisa-Cisal), Fabio Ciancabilla (Fit-Cisl) e Mirco Caini (Uil Trasporti) oltre a chiedere risposte sulle motivazioni dell'audizione, hanno chiesto di conoscere, attraverso maggiori interlocuzioni con l'assessore Enrico Melasecche quale sarà lo sviluppo del settore. Bene l'ottimizzazione del trasporto, funzionale per i cittadini - hanno sostanzialmente osservato - ma allo stesso tempo vanno tutelati i lavoratori nel rispetto delle clausole sociali.
    Hanno anche chiesto di poter ragionare su un possibile collegamento delle risorse previste nel Pnrr regionale per collegarle alla gara legandole a prospettive di sviluppo.
    Sottolineando come nel settore lavorino oltre 2mila persone hanno anche auspicato un maggiore coinvolgimento nella programmazione e nelle scelte. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie