Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Condannato per carabiniere ucciso ora chiede revisione condanna

Condannato per carabiniere ucciso ora chiede revisione condanna

Pietro Pala sta scontando l'ergastolo per omicidio Umbertide

PERUGIA, 16 febbraio 2024, 12:12

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Pietro Pala chiede la revisione della condanna all'ergastolo che gli è stata inflitta, insieme a Raffaele Arzu, per l'omicidio del carabiniere Donato Fezzuoglio raggiunto da alcuni colpi di kalashnikov dopo essere intervenuto per una rapina in banca, il 30 gennaio 2006 ad Umbertide.
    L'istanza sarà esaminata il 4 aprile dalla prima sezione penale della Corte d'appello di Firenze. La notizia è riportata dalla Nazione sulle pagine umbre.
    Pala è detenuto a Sassari ma si è sempre dichiarato innocente ed è ora difeso dall'avvocato Gabriele Magno del Foro di Bologna, presidente dell'Associazione nazionale vittime di errori giudiziari. "Voglio innanzitutto sottolineare l'atto di eroismo del carabiniere Donato Fezzuoglio che, senza esitazione, è intervenuto in una sparatoria armato della sola pistola di ordinanza" ha detto alla Nazione il legale. "Detto questo - ha aggiunto -, Pietro Pala si è sempre dichiarato innocente e riteniamo di avere elementi utili per dimostrarlo".
    L'avvocato Magno ha evidenziato quindi i vari elementi portati a supporto della richiesta di revisione, come - a suo avviso - la mancanza di "verifiche" più approfondite su altre piste relative alla rapina e il fatto che Pala e Arzu, entrambi originari della Sardegna, "non si sono mai visti, non si conoscevano".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza