Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Bandecchi, riforme non siano arma di distrazione di massa

Bandecchi, riforme non siano arma di distrazione di massa

Per coordinatore Ap 'usate per coprire problemi dell'esecutivo'

TERNI, 31 ottobre 2023, 12:49

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

"La necessità di modificare la nostra preziosa Costituzione nella parte riguardante il funzionamento dello Stato e, per altro verso, le autonomie, è un punto di discussione aperto ormai da anni che puntualmente viene utilizzato quando c'è necessità di coprire problemi dell'esecutivo o incapacità a realizzare le mirabolanti promesse fatte in campagna elettorale": lo sostiene il coordinatore nazionale di Alternativa popolare e sindaco di Terni, Stefano Bandecchi. "Anche questa volta - prosegue in una nota - l'impressione è quella: una campagna di distrazione di massa rispetto alle mille promesse non mantenibili".
    "Siamo in piena crisi finanziaria - sostiene Bandecchi -, le persone non arrivano alla terza settimana del mese, i poveri aumentano in modo preoccupante, le aziende chiudono, i disoccupati non hanno più sostegni, l'immigrazione è fuori controllo: di questo dovrebbe parlare il governo oggi, del perché non risolve nessuno dei reali problemi della gente, e non di riforme". Secondo il coordinatore di Alternativa popolare la riforma di cui si parla in questi giorni "è la stessa che ha visto fallire referendum e carriere politiche senza dare alcun risultato". "Questo è avvenuto - ha aggiunto - perché le diverse coalizioni che hanno guidato i precedenti esecutivi hanno proceduto a colpi di maggioranza, senza dialogare e mediare con le opposizioni, facendo della riforma una bandierina da imporre con forza e non attraverso la condivisione. Riteniamo questo sia un metodo sbagliato che, se sarà seguito anche questa volta, offrirà il medesimo risultato di sempre: fallimento della riforma e fine della carriera politica di chi se la intesta.
    Suggeriamo, pertanto, alla presidente Meloni di aprire il dibattito sulla riforma a tutte le forze politiche e avviare un confronto costruttivo che - conclude Bandecchi - possa consentire di unire il Paese, di ammodernare il sistema e di garantire maggiore governabilità, evitando lo stesso errore di personalizzazione dei suoi predecessori".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza