Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Serie A: quinta vittoria di fila, il Bologna assalta il quarto posto

Serie A: quinta vittoria di fila, il Bologna assalta il quarto posto

Fabbian e Freuler regolano il Verona, festa al Dall'Ara

BOLOGNA, 24 febbraio 2024, 14:08

Redazione ANSA

ANSACheck

Soccer: Serie A ; Bologna - Hellas Verona - RIPRODUZIONE RISERVATA

Soccer: Serie A ; Bologna - Hellas Verona -     RIPRODUZIONE RISERVATA
Soccer: Serie A ; Bologna - Hellas Verona - RIPRODUZIONE RISERVATA

Il momento magico del Bologna continua: la squadra di Thiago Motta si regala la quinta vittoria consecutiva e sale al quarto posto solitario in classifica, aspettando la sfida tra Milan e Atalanta in programma domenica sera. Dopo Sassuolo, Lecce, Fiorentina e Lazio, i rossoblù piegano anche l'Hellas Verona, confermando il ruolino di marcia da scudetto tra le mura di casa. E' Fabbian a spianare la strada ai rossoblù, rompendo gli equilibri con una zampata sotto misura su tiro cross di Orsolini al minuto 27, mentre Freuler chiude i conti. Il Verona ci mette del suo: sul corner di Ndoye, Cabal e Montipò si scontrano, lasciando la porta sguarnita in favore dei rossoblù, per l'entusiasmo del Dall'Ara, che crede sempre più nell'Europa e abbraccia Castro, attaccante argentino acquistato dal Velez e oggi ancora spettatore, sbarcato in Italia dopo il pre olimpico con la sua nazionale. Il match è bloccato in avvio e il ritmo è rotto subito dall'infortunio dell'arbitro Abisso dopo quattro minuti, che deve essere sostituito dal quarto uomo Camplone, provocando ben otto minuti di recupero nel solo primo tempo. Il Verona, reduce da due incoraggianti pareggi con il Monza e la Juventus, si arrocca pronto a ripartire, ma di spazi ne trova pochi, come il Bologna. Almeno fino alla giocata che sblocca la contesa. Perché a seguire, Ferguson e Orsolini, ispirati da Zirkzee e Posch hanno le occasioni del raddoppio, come pure Ndoye in pieno recupero, ma Montipò si fa trovare attento. L'occasionissima arriva al minuto 8 del secondo tempo: altro corner, torre di Posch, ma Beukema sotto misura spedisce a pochi centimetri dal palo, a lato. La sliding door del match arriva poi tra il minuto 64 e 65: Skorupski regala palla a Suslov, che a porta vuota spedisce a lato il pallonetto, graziando i rossoblù e sul rovesciamento di fronte Fabbian offre a Freuler la palla del 2-0, che non sbaglia un rigore in movimento. Match chiuso, con Fabbian che sfiora anche la doppietta poco dopo. Il Verona si arrende, i cambi non spostano gli equilibri, il Bologna fa un altro passo verso l'Europa, confermandosi in crescita. Dopo le sconfitte con Udinese e Cagliari e il pareggio con il Genoa, i rossoblù dimostrano di aver imparato a vincere una partita sporca contro un'avversaria chiusa. E alla fine sono cori per il Bologna, per patron Saputo e Thiago Motta, al grido di "Portaci in Europa".

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

Guarda anche

O utilizza