Basket: Nba; cadono Utah e Suns a ovest, risalgono i Lakers

Bucks ancora ko in casa. Curry show con Warriors, 47 punti

(ANSA) - ROMA, 18 APR - Turno difficile in Nba per le prime della classe. Stanotte Utah Jazz e Phoenix Suns, che sono al comando della Western Conference sono infatti uscite sconfitte dalle rispettive sfide con i Lakers e gli Spurs. E' andata male anche a Milwaukee, terza in classifica nella Eastern Conference, battuta in casa da Memphis.
    Utah, finora dominatrice della stagione, si è arresa per 127-115 al supplementare dopo una gara di alti e bassi contro i campioni in carica. Entrambe le squadre, pur rimaneggiate dall'assenza di tante stelle (Lebron James e Anthony Davis per i californiani, Rudy Gobert e Donovan Mitchellper la capolista) , hanno dato vita a un grande spettacolo.
    Del tonfo di Utah non ha potuto approfittare Phoenix, incredibilmente sconfitta dai non irresistibili San Antonio Spurs per 85-111. I texani hanno fatto la partita della vita, sono ancora lontani dalla zona playoff ma non del tutto fuori dai giochi. I Suns sono andati nel pallone e sono stati umiliati sul terreno di casa.
    Sconfitta casalinga anche per Milwaukee superata dai Grizzlies per 128-115, una vittoria che per Memphis significa l'ottavo posto a ovest e quindi il ritorno in piena zona playoff. Per i Bucks invece è un campanello d'allarme, il ko di questa notte è il quarto di fila nelle ultime partite casalinghe.
    Nelle altre gare da segnalare la solita splendida prestazione di Steph Curry, autore di ben 47 punti nella sfida che i suoi Warriors hanno perso per 119-114 con i Boston Celtics. Anche sull'altro fronte c'è stato un gran realizzatore, con Jayson Tatum autore di 44 punti. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie