Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Milano-Cortina: le due mascotte ospiti della Regione Lombardia

Milano-Cortina: le due mascotte ospiti della Regione Lombardia

Governatore Fontana, 'con loro entriamo nel clima olimpico'

MILANO, 27 febbraio 2024, 15:33

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Tina e Milo, le mascotte dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Milano Cortina 2026, sono state oggi a Milano, nella sede della Regione Lombardia, concludendo il loro viaggio attraverso i luoghi che ospiteranno i Giochi invernali.
    Ad attendere i due ermellini in piazza Città di Lombardia c'erano il governatore Attilio Fontana, il presidente del Consiglio regionale Federico Romani e l'assessore regionale alla Casa Paolo Franco.
    "Abbiamo celebrato recentemente i due anni dall'inizio delle Olimpiadi - ha detto Fontana - e la presenza delle mascotte oggi nella piazza della sede della Regione ci fa entrare sempre più nell'atmosfera dei giochi".
    "Curiosi per natura, intraprendenti, resilienti e capaci di adattarsi alle situazioni - ha aggiunto Romani - questi due ermellini in modo simpatico rappresentano al meglio i valori lombardi del saper fare e del non fermarsi mai".
    "Senza dimenticare - conclude Romani - il tratto solidale del carattere lombardo, come testimonia Milo, simbolo dei giochi paralimpici, senza una zampetta, ma che con un po' di ingegno e tanta forza di volontà ha imparato a usare la coda facendo della sua diversità un punto di forza".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza