Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Europa League, negli ottavi il Milan a Praga, la Roma trova De Zerbi 

Europa League, negli ottavi il Milan a Praga, la Roma trova De Zerbi 

All'Atalanta tocca lo Sporting Lisbona. In Conference Fiorentina-Maccabi Haifa

ROMA, 23 febbraio 2024, 17:26

di Alessandro Castellani

ANSACheck

Roma © ANSA/AFP

Roma © ANSA/AFP
Roma © ANSA/AFP

Un sorteggio degli ottavi di finale di Europa League fortunato, almeno sulla carta, per il Milan, mentre per la Roma c'è una sfida affascinante con Roberto De Zerbi. L'Atalanta ritrova lo Sporting Lisbona, già rivale nel girone quando la Dea vinse 2-1 in Portogallo, e in Conference la Fiorentina se la dovrà vedere con il Maccabi Haifa.

Quello che vedrà protagonisti i viola è un doppio confronto che riserva delle incognite, visto il quadro internazionale: gli israeliani per motivi di sicurezza non possono giocare in casa e l'Uefa dovrà quindi indicare una sede alternativa per il match di andata.

Intanto Vincenzo Italiano gongola perché due delle potenziali vincitrici della terza competizione europea, Ajax ed Aston Villa, sono state accoppiate e quindi una delle due verrà eliminata. La prima delle italiane a conoscere la propria avversaria, dall'urna Uefa, è stata la Roma, che dovrà vedersela con il Brighton, squadra che De Zerbi è riuscito a portare per la prima volta in Europa, fino ad entrare nel novero dei tecnici sotto osservazione del Barca per il dopo Xavi. In Premier occupa attualmente il settimo posto, che gli garantirebbe una presenza nelle competizioni continentali anche nella prossima stagione. Intanto c'è questa doppia sfida con la Roma. I 'Seagulls' in estate hanno perso due pezzi da novanta come il campione del mondo McAllister, passato al Liverpool per 42 milioni, e l'altro centrocampista Moises Caicedo, che il Chelsea ha strapagato, versando 116 milioni.

I Blues hanno preso dal Brighton anche il portiere Sanchez, per 28,7 milioni. In tutto la scorsa estate i 'Gabbiani' hanno venduto giocatori per 160 milioni, con i quali hanno rifatto la squadra. Così sono arrivati i vari Joao Pedro, brasiliano ex Watford a segno finora 19 volte in tutte le competizioni (6 i gol in Europa League), Barco, Enciso (ora infortunato), l'ex viola Igor Ferguson e Ansu Fati, quest'ultimo in prestito dal Barcellona. Sono andati ad aggiungersi ad elementi che De Zerbi aveva nel frattempo già messo in rampa di lancio, ovvero Buonanotte, Ferguson (talento irlandese di 19 anni) e il giapponese Mitoma. Da segnalare anche la presenza in rosa di tre vecchie conoscenze come gli ex Liverpool Adam Lallana e James Milner e Danny Welbeck. Il modulo è quello del 4-3-3, o a volte del 4-2-3-1.

Il Milan, come dice il suo vicepresidente onorario Franco Baresi, se è informa non teme nessuno; Stefano Pioli e i suoi dovranno fare i conti con lo Slavia Praga, che nella fase a gironi ha vinto il suo in cui c'era anche la Roma e ha sulla panchina quel Jindrich Trpisovsky che in patria è considerato un 'santone' e con lo Slavia ha vinto tre campionati, quattro coppe nazionali e una Supercoppa. In avanti c'è gente insidiosa, come Mojmír Chytil e Vaclav Jurecka, per una difesa come quella milanista che sta prendendo troppi gol, mentre a dare fantasia c'è un talento dal cognome pesante, Lukas Masopust. In difesa a gennaio è arrivato dal Torino David Zima. Sempre a gennaio è stato acquistato anche Lukas Vorlicky, ex Atalanta.

L'Atalanta ritrova quello Sporting Lisbona con le maglie griffate CR7 che ha già incontrato nella fase a gironi pareggiando a Bergamo e vincendo a Lisbona in due sfide che hanno offerto ampi scorci di spettacolo calcistico. Gasperini conosce la sua rivale, così non commetterà l'errore di sottovalutare la formazione allenata da Ruben Amorim, che in patria sta vivendo una grande stagione, con 18 vittorie su 21 partite di campionato e conseguente primo posto in classifica alla pari con il Benfica. Frutto, in primis, del rendimento del bomber svedese Viktor Gyokeres, 29 gol finora in stagione, per il quale l'estate scorsa sono stati pagati 21 milioni di euro al Coventry. In difesa ci sono due 'gioielli' come l'ivoriano Diomande e Inacio che piacciono a mezza Europa. Regista di centrocampo è l'ex Lecce Hjulmand, voluto da Amorim, mentre in avanti c'è anche Trincao, ex presunto erede di Cristiano Ronaldo.

Il Maccabi Haifa, club la cui rosa ha undici nazionali israeliani e viene valutata complessivamente 26 milioni di euro, in patria ha vinto 15 scudetti e la scorsa stagione in Champions League ha ottenuto uno storico successo (2-0) contro la Juventus, che ora spera di replicare a spese della Viola. L'allenatore è il 38enne Messay Dego, in scadenza a fine stagione, che spera di guadagnarsi la conferma anche tramite un buon cammino in Europa.

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

Guarda anche

O utilizza