Mondo
Responsabilità editoriale Xinhua.

Cina: +22,7% commercio estero primi nove mesi 2021(2)

(XINHUA) - PECHINO, 14 OTT - La nazione asiatica ha intrapreso una serie di misure nel 2021 per velocizzare la crescita del commercio estero, tra cui l'accelerazione dello sviluppo di nuove forme e modalità di business, l'approfondimento ulteriore della riforma per facilitare il commercio transfrontaliero, l'ottimizzazione del suo ambiente commerciale nei porti, e la promozione della riforma e dell'innovazione con l'obiettivo di facilitare gli scambi e gli investimenti nelle zone pilota di libero scambio.
    Tali provvedimenti hanno contribuito alla continua crescita del commercio estero cinese, ha specificato Li: hanno aumentato la fiducia delle imprese e iniettato una forte vitalità nell'apertura della Cina.
    Nel periodo gennaio-settembre, il commercio cinese con i suoi tre principali partner commerciali - l'Associazione delle Nazioni del Sud-est asiatico, l'Unione Europea e gli Stati Uniti - ha mantenuto uno sviluppo solido, con tassi di crescita del valore commerciale della Cina che si sono attestati rispettivamente al 21,1%, 20,5% e 24,9%.
    La rapida crescita del commercio tra Pechino e gli Stati Uniti riflette la grande complementarità nelle strutture industriali e di commercializzazione, nonché il potenziale commerciale tra i due Stati, ha affermato Wen Bin, analista capo della China Minsheng Bank.
    Stando ai dati doganali, il commercio della Cina con le nazioni che aderiscono all'iniziativa Belt and Road è aumentato del 23,4% su base annua durante lo stesso periodo, mentre quello con i membri della Regional Comprehensive Economic Partnership è salito del 19,3%.
    Nei primi nove mesi del 2021, il volume del commercio estero della Cina è aumentato di trimestre in trimestre e ha preso una quota maggiore nel mercato internazionale, ha aggiunto Li.
    (SEGUE)

      Responsabilità editoriale Xinhua.

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie