Mondo
Responsabilità editoriale Xinhua.

Covid: alla ricerca del farmaco che fa miracoli

In Cina la ricerca avanza seguendo un duplice percorso

(XINHUA) - PECHINO, 26 SET - Dall'insorgere della pandemia, gli scienziati di tutto il mondo si sono messi alla ricerca di farmaci per trattare con successo il Covid-19.
    Dato il sopraggiungere delle diverse varianti del virus che sfidano gli effetti dei vaccini, i ricercatori e gli sviluppatori di farmaci cinesi stanno cercando di individuare la giusta formulazione per sconfiggere il patogeno.
    Al tal proposito, gli studiosi e le farmaceutiche cinesi portano avanti tale ricerca in due modalità: la prima riguarda i farmaci biologici macromolecolari basati su anticorpi mentre la seconda è incentrata su composti a base di piccole molecole in grado di inibire l'attacco e la riproduzione del virus.
    In termini di farmaci biologici basati su macromolecole, la maggior parte dei quali sono anticorpi, compresi gli anticorpi monoclonali e la terapia con cocktail anticorpali, vi sono stati rapidi progressi. Alcuni Paesi hanno approvato i farmaci anticorpali per la commercializzazione e l'uso di emergenza al fine di impiegarli nella fase iniziale della pandemia e ridurre il rischio che si sviluppassero casi gravi.
    Gli anticorpi monoclonali impiegano proteine prodotte dall'uomo che agiscono come gli anticorpi umani nel sistema immunitario per combattere gli agenti patogeni nocivi come i virus e possono anche essere usati in combinazione con altre terapie per la creazione, appunto, di appositi cocktail. (SEGUE)

    Responsabilità editoriale Xinhua.

    Video ANSA




    Modifica consenso Cookie