Mondo
Responsabilità editoriale Xinhua.

Covid: alla ricerca del farmaco che fa miracoli (2)

(XINHUA) - PECHINO, 26 SET - I farmaci anticorpali si legano al virus, bloccando l'accesso alle cellule umane e inibendo l'infezione e la replicazione all'interno delle stesse, spiega Zhu Qing, vice presidente senior di Brii Biosciences e capo del dipartimento biofarmaceutico della società.
    All'inizio di questo mese, il China National Biotec Group affiliato a Sinopharm ha presentato la Human Covid-19 Immunoglobulin (pH4) per l'iniezione endovenosa, approvata per i test clinici.
    Nel mese di agosto, Sinopharm ha annunciato inoltre che il suo team di ricerca ha scoperto un potente anticorpo neutralizzante contro la variante Delta che potrebbe essere efficace nella prevenzione a breve termine e nel trattamento precoce della patologia scatenata dalla variante.
    L'anticorpo monoclonale, denominato 2B11, è in grado di bloccare in maniera efficace il legame del nuovo Coronavirus all'enzima Ace2 attaccato alla membrana delle cellule intestinali, renali, dei testicoli, della cistifellea e cardiache, impedendo al virus di infettarle.
    A luglio, la Tsinghua University, il Third People's Hospital di Shenzhen e Brii Biosciences hanno lanciato in Cina studi clinici di fase II su una terapia tramite cocktail a base di anticorpi monoclonali Brii-196 e Brii-198, derivanti da anticorpi isolati da soggetti guariti dal Covid-19. (SEGUE)

      Responsabilità editoriale Xinhua.

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie