Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Spagna: il Presepe del Re in mostra all'Istituto italiano Madrid

Spagna: il Presepe del Re in mostra all'Istituto italiano Madrid

'L''immagine del Natale fra tradizione e religiosità'

MADRID, 13 dicembre 2023, 21:58

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

In occasione dell'ottavo centenario della rappresentazione del primo presepe vivente, voluto da San Francesco d'Assisi nel 1223 nel piccolo comune reatino di Greccio, l'Istituto italiano di cultura di Madrid propone la mostra "il presepe napoletano: l'immagine del Natale fra tradizione e religiosità", che sarà inaugurata venerdì 15 dicembre alle 18:30 nella sede del Palazzo di Abrantes. Ne dà notizia l'IIcm in una nota.
    L'arte del presepe napoletano, importante testimonianza della tradizione e della religiosità nazionali, affonda le sue radici nei saperi popolari e artigianali dell'Italia barocca. Per questa mostra celebrativa del centenario è stato scelto il cosiddetto 'Presepe del Re', monumentale complesso realizzato con i pastori settecenteschi e ottocenteschi che l'etnologo Lamberto Loria raccolse, nel 1911, per la Mostra di Etnografia italiana tenutasi a Roma per i 50 anni dell'Unità d'Italia. Oggi il presepe è parte delle collezioni di arti e tradizioni popolari del Museo delle civiltà di Roma.
    Il riferimento di "Reale" per questo presepe è stato attribuito per creare un nesso ideale e storico con Carlo III di Borbone (1716-1788), il Re di Napoli e di Sicilia che, in piena età barocca, grazie alla sua personale passione per l'allestimento del presepe, diede un forte impulso permettendo un'ampia diffusione e un grande rinnovamento di questa secolare tradizione La mostra è parte de "Il racconto della bellezza", un ampio programma di esposizioni itineranti per la promozione all'estero del patrimonio culturale italiano materiale e immateriale, frutto della collaborazione tra la Direzione generale Musei del ministero della Cultura e la Direzione generale per la Diplomazia Pubblica e Culturale del ministero degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale e organizzata, per la tappa madrilena, sotto gli auspici dell'ambasciata d'Italia in Spagna.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza