Covid: Gb, anche la Scozia abbassa allerta e riapre

Da lunedì ok a piena ripresa pub, contatti e abbracci più liberi

(ANSA) - LONDRA, 11 MAG - La Scozia si allinea ai piani di riapertura post Covid formalizzati ieri dal governo centrale britannico di Boris Johnson a partire dal 17 maggio per l'Inghiltera, salvo piccole distinzioni. Lo ha annunciato oggi la first minister locale di Edimburgo e leader indipendentista Nicola Sturgeon, la cui amministrazione è competente in materia sanitaria sul territorio scozzese in forza della devolution al pari di quelle del Galles o dell'Irlanda del Nord.
    Sturgeon ha indicato dalla stessa data un ridimensionamento dal livello di allerta 3 al livello 2 in quasi tutta la Scozia, con l'eccezione della contea orientale di Moray, a nord di Aberdeen, dove i contagi sono tornati a salire nelle ultime settimane più che in qualunque altra zona del Regno. Un ridimensionamento che, esclusa Moray, consentirà fra l'altro come in Inghilterra un allentamento delle restrizioni dei contatti sociali e familiari al chiuso oltre che all'aperto, la ripresa del servizio indoor anche degli alcolici nei pub e spostamenti e viaggi più liberi all'interno della nazione.
    Consentiti pure gli abbracci tra familiari e amici, sia pure con alcune limitazioni relative a persone vulnerabili o non vaccinate, verso le quali resta raccomandato il distanziamento.
    Alleggerimento ancora più ampio, con allerta in calo al livello 1, infine, nelle Isole Occidentali scozzesi, nei remoti arcipelaghi delle Orcadi e delle Shetland, nonché nelle isole delle spopolate Highlands, salvo Skye, Argyll e Bute. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie