Mondo
Responsabilità editoriale Xinhua.

Cina: la città di Ordos aumenta la produzione di carbone

Per far fronte a imminente inverno

(ANSA-XINHUA) - HOHHOT, 08 OTT - Ordos, città nella regione autonoma della Mongolia Interna, nella Cina settentrionale, importante centro per la produzione di carbone, sta facendo sforzi per aumentare la produzione al fine di far fronte alla crescente domanda di energia del Paese per l'imminente stagione invernale e quella primaverile.
    I dipartimenti regionali dell'energia e delle risorse terrestri hanno agevolato congiuntamente le procedure di approvazione per la produzione di nuove miniere di carbone per assicurare la fornitura.
    La Cina ha introdotto inoltre una serie di misure per far fronte all'emergenza dell'approvvigionamento energetico ridotto da settembre. Finora, Ordos ha aumentato la sua produzione giornaliera portandola a oltre 2,1 milioni di tonnellate, raggiungendo il picco dall'inizio di quest'anno.
    La città ha recentemente convalidato un totale di 107 miniere di carbone a cielo aperto con l'approvazione temporanea dell'utilizzazione del suolo, con una capacità produttiva ratificata di 169 milioni di tonnellate, dall'inizio di quest'anno.
    Secondo i dati aggiornati a ottobre, nella città vi sono 225 miniere di carbone a regime produttivo normale, con una capacità totale di 640 milioni di tonnellate all'anno.
    Le interruzioni di corrente di settembre hanno fermato le attività produttive nelle fabbriche e colpito le famiglie in alcune regioni.
    Il termico costituisce ancora una grande parte della produzione energetica della Cina, di cui rappresenta circa il 70%. (ANSA-XINHUA).
   

    Responsabilità editoriale Xinhua.

    Video ANSA




    Modifica consenso Cookie