Mondo
Responsabilità editoriale Xinhua.

Cina-Cile accordo Aeo per semplificazione doganale

Primo accordo reciproco di questo tipo in Sud America con Cina

(ANSA-XINHUA) - PECHINO, 08 OTT - La Cina e il Cile hanno firmato un accordo doganale reciproco che prevede lo status di operatore economico autorizzato (Aeo) e che è entrato in vigore oggi, con l'obiettivo di uno sdoganamento più semplice per gli esportatori di entrambi i Paesi. È quanto dichiarato dalla General Administration of Customs (Gac), che ha sottolineato come questo sia il primo accordo sul riconoscimento reciproco Aeo firmato dalla Cina ufficialmente attuato in Sud America.
    Secondo l'intesa, le aziende che ottengono lo status Aeo nelle due nazioni beneficeranno di procedure doganali semplificate, come minor numero di verifiche e operazioni doganali prioritarie, che accorceranno significativamente i tempi di sdoganamento e ridurranno i costi portuali, oltre che quelli assicurativi e logistici.
    Il sistema Aeo, avviato dall'Organizzazione mondiale delle dogane, ha l'obiettivo di facilitare le operazioni doganali per le imprese che si distinguono in termini di conformità legale, rating di credito e sicurezza.
    Il Cile è il secondo maggior partner commerciale della Cina in Sud America e i dati doganali mostrano come il volume commerciale tra i due Paesi abbia totalizzato 42,19 miliardi di dollari nei primi otto mesi del 2021, in crescita del 50,1% su base annua.
    Durante quel periodo, sono state un totale di 883 le aziende cinesi con status Aeo ad aver esportato in Cile, con un valore di esportazione combinato pari a circa il 18,9% dell'export totale cinese nello Stato sudamericano.
    Alla fine di agosto, la Cina aveva firmato accordi Aeo con 46 Paesi e regioni, tra cui Singapore, Corea del Sud e Stati membri dell'Unione Europea e, stando alla General Administration of Customs, promuoverà ulteriormente la cooperazione di riconoscimento reciproco Aeo con nazioni quali Russia, Turchia, Argentina e Messico. (ANSA-XINHUA).
   

      Responsabilità editoriale Xinhua.

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie