Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Diga di Genova, da Anac contestazioni su anomalie e trasparenza

Diga di Genova, da Anac contestazioni su anomalie e trasparenza

8 le criticità contestate per opera del Pnrr da 1,3 milliardi

GENOVA, 01 agosto 2023, 12:34

Redazione ANSA

ANSACheck

Scarsa trasparenza, conflitti di interesse, mancato rispetto della concorrenza e, soprattutto, un vizio originario relativo al decreto Genova post crollo Morandi.
    Con un documento di 22 pagine e 8 criticità o anomalie che minano la tenuta giuridico amministrativa di un progetto da un miliardo e 300 milioni, l'Anac, Autorità Nazionale Anticorruzione, ha contestato l'impianto normativo e le procedure dell'appalto per " La realizzazione della nuova Diga Foranea" del porto di Genova.
    A darne notizia è l'edizione genovese de La Repubblica che sottolinea come gli uffici dell'Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale e la struttura Commissariale straordinaria per la Diga, entrambe guidate dal presidente Paolo Emilio Signorini, entro pochi giorni dovranno fornire all'organismo diretto da Giuseppe Busia risposte e precisazioni: pena eventuali sanzioni fino al commissariamento.
    Tra i fatti contestati in particolare l'utilizzo del decreto Genova che, oltre a prevedere aiuti e deroghe per la ricostruzione del ponte Morandi, sosteneva il capoluogo ligure anche per interventi necessari a rianimare l'economia regionale attraverso viabilità e ferrovie in primis, per un'opera in realtà programmata già nel 2010.
    Ma, spiega il quotidiano, sotto i riflettori è finita anche la "singolarità della procedura di affidamento seguita da Autorità Portuale". con l'Anac che ha contestato la "trattativa negoziata" che "potrebbe aver ristretto la concorrenza considerato che i prezzi sono stati rinegoziati con Webuild e Eteria, rilevando il mancato rispetto del principio di par condicio". Viene poi sottolineato come la modifica al capitolato introdotta per rendere più appetibile l'appalto potrebbe aver "costituito una alterazione delle iniziali condizioni di gara non controbilanciata da una apertura alla concorrenza".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza