Economia

  1. ANSA.it
  2. Economia
  3. Risparmio & Investimenti
  4. Approfondimenti
  5. NNIP: i dati sono il nuovo carburante del mondo
Responsabilità editoriale di ADVISOR, testata edita da Open Financial Communication

NNIP: i dati sono il nuovo carburante del mondo

I principi per l'investimento responsabile approvati dall'ONU (PRI), l'accordo di Parigi e l'introduzione dei 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs) dell'ONU sono solo tre delle pietre miliari che negli ultimi due decenni hanno contribuito a spingere l'investimento responsabile dalla nicchia al mainstream.

 

NN IP ha sempre creduto in un approccio sostenibile e da quando 20 anni fa ha istituito le sue strategie azionarie sostenibili, NN Global Sustainable Equity ed NN European Sustainable Equity, l'attenzione per gli investimenti responsabili è cresciuta a dismisura.

 

Le strategie azionarie sostenibili hanno inoltre dimostrato di essere valide in ogni fase del ciclo di mercato, dimostrando la loro resilienza durante la crisi finanziaria del 2008 e nel primo trimestre del 2020, superando le controparti tradizionali, quando l'impatto del coronavirus ha colpito i mercati.

 

E oggi il contesto si presenta molto favorevole per tali strategie. “Molte delle società che teniamo in portafoglio beneficiano di trend strutturali di lungo periodo legati alla transizione energetica, come il passaggio a fonti di energia rinnovabili, il cloud computing verde e i veicoli elettrici” sottolineano gli esperti di NN IP. Utilizzando un approccio basato sulla value chain, gli analisti si concentrano sulle aziende meglio posizionate, che tipicamente forniscono soluzioni sostenibili, mostrando un comportamento sostenibile e con una posizione competitiva sostenibile.

 

“Puntiamo a sovra-performare l'indice principale MSCI World (Net) o l’MSCI Europe (Net) del 2% lordo su base triennale annualizzata. Puntiamo anche a un'impronta di carbonio inferiore rispetto al benchmark. L'enfasi del nostro processo d'investimento e di ricerca è sull'identificazione di società di qualità valutate in modo attraente e in grado di sovra-performare nel lungo termine” evidenziano da NNIP.

 

Il team, infatti, costruisce il portafoglio totale con un occhio alla diversificazione attraverso le diverse value chain. Il portafoglio complessivo sovra-pesa e sotto-pesa alcuni settori, entro i nostri limiti settoriali. Ma ciò che è importante è come il portafoglio si comporta rispetto al benchmark. “Lo valutiamo guardando la composizione del nostro tracking error, come il nostro portafoglio si comporta in diversi scenari, ad esempio un grande calo del mercato o un picco nei tassi di interesse. Per finire, troviamo che siamo così diversificati che anche un movimento di mercato molto forte e inaspettato è improbabile che possa intaccare la nostra performance relativa” precisano da NN IP.

 

“Nella catena di valore dell'energia, per esempio, includiamo il solare e l'eolico così come le aziende che producono componenti per queste industrie, es. SolarEdge. Queste aziende sono tipicamente nei segmenti industriali o IT piuttosto che nell'energia o nei servizi pubblici. Su una nota simile, l'analista segue poche banche perché i loro rendimenti sono molto bassi; ad ogni modo, vediamo forza nelle aziende che creano network e supportano le operazioni di pagamento necessarie - come Visa, Mastercard, Adyen - o quelle coinvolte nell'elaborazione o creazione di dati, come Moody's o le borse. I dati sono probabilmente il nuovo carburante del mondo” concludono gli esperti.

La responsabilità editoriale e i contenuti sono a cura di ADVISOR, testata edita da Open Financial Communication

Video Economia




Modifica consenso Cookie