Economia

Fisco: Ue propone nuova autorità anti-riciclaggio (2)

(ANSA) - BRUXELLES, 20 LUG - Al centro della riforma proposta c'è la creazione della nuova agenzia Amla che coordinerà le autorità nazionali, vigilando direttamente su alcuni degli istituti finanziari più rischiosi che operano in diversi Stati membri. E' poi previsto un codice unico di norme vincolanti per armonizzare le diverse legislazioni nazionali, allargando le norme sui servizi finanziari anche alle criptovalute. In questo caso, tutti i fornitori di servizi sarebbero obbligati a condurre una due diligence sui propri clienti per garantire la piena tracciabilità dei trasferimenti in criptovalute anche nell'ottica di contrastare il finanziamento del terrorismo. Saranno inoltre vietati i portafogli di asset crittografici anonimi. Per aumentare la trasparenza e la tracciabilità anche dei pagamenti in contanti Bruxelles propone per la prima volta l'introduzione di un tetto a 10mila euro, pur rispettando i limiti inferiori già presenti in circa due terzi degli Stati membri (dai 500 euro della Grecia ai 10mila della Repubblica Ceca, passando per i 2mila dell'Italia). Dopo le liste nere e grigie dei paradisi fiscali, la Ue propone poi quelle dei Paesi terzi che non hanno norme adeguate contro il riciclaggio di denaro sporco e i flussi sospetti, e che quindi favoriscono indirettamente il finanziamento ai terroristi e alla criminalità organizzata. Un Paese già presente nelle liste stilate dall'organismo di vigilanza globale contro il riciclaggio di denaro e il terrorismo (Fatf) finirà anche nella liste Ue. Bruxelles avrebbe inoltre il diritto di aggiungere Paesi in modo autonomo e applicare misure anche sanzionatorie. (ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video Economia



Vai al sito: Who's Who

Modifica consenso Cookie