Economia

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale di Business Wire

Xlear presenta una risposta emendata in relazione alla causa intentata dal Governo statunitense in merito alle dichiarazioni rilasciate dall’azienda sul COVID-19 e fornisce dati aggiuntivi che corroborano l’uso di Xlear come livello di...

Business Wire

 

Xlear presenta una risposta emendata in relazione alla causa intentata dal Governo statunitense in merito alle dichiarazioni rilasciate dall’azienda sul COVID-19 e fornisce dati aggiuntivi che corroborano l’uso di Xlear come livello di protezione aggiuntivo

Xlear ha emendato la propria risposta in relazione alla causa intentata dal Governo degli Stati Uniti contro l’azienda. Secondo Nathan Jones, amministratore delegato di Xlear, la risposta emendata ha tre principali scopi: Innanzitutto, fornire dati aggiuntivi al tribunale che corroborano le dichiarazioni rilasciate da Xlear, secondo cui l’igiene nasale costituisce un ulteriore livello di protezione contro il COVID-19, un particolare trascurato dai funzionari della sanità pubblica degli Stati Uniti. In secondo luogo, illustrare in termini più particolareggiati come la causa intentata dal governo degli Stati Uniti sia finalizzata a censurare informazioni basate su fondamenti scientifici laddove esse non combacino con la strategia inefficace perseguita dal governo per combattere la malattia che è basata esclusivamente sulla vaccinazione. Infine, documentare come un numero crescente di esperti, compreso il dottor Fauci, sostengano che l’igiene nasale svolga un ruolo fondamentale nella lotta contro il virus.

Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l'unico giuridicamente valido.

Xlear, Relazioni con i media
Nathan Jones
media@xlear.com

Permalink: http://www.businesswire.com/news/home/20220815005524/it

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale di Business Wire

Video Economia


Vai al sito: Who's Who

Modifica consenso Cookie