Cultura
  1. ANSA.it
  2. Cultura
  3. Un film al giorno
  4. Weekend al cinema, l'intramontabile sound di Elvis

Weekend al cinema, l'intramontabile sound di Elvis

In sala anche Casablanca Beats e I giovani amanti

Ogni settimana che passa ci si aspetta che un film atteso e pubblicizzato scuota la classifica del box office e porti ristoro alla crisi della sala. Questa volta tutti gli occhi sono puntati su ELVIS ma meritano una segnalazione i documentari già in sala e gli altri film attesi.
    Nella prima categoria si è fatto largo il film-evento di Pepsy Romanoff INVITO AL VIAGGIO - CONCERTO PER FRANCO BATTIATO, ma destano curiosità il viaggio-meditazione di Nicolaj Pennestri FREEDOM e la riflessione sui mutamenti del cinema proposta da Andrea Germani con PARADOSSO CONTRADDITTORIO. Su tutti una generazione ha scelto però IL VIAGGIO DEGLI EROI dedicato da Manlio Castagna all'incredibile vittoria calcistica 8e non solo) degli 11 di Enzo Bearzot ai mondiali spagnoli dell'82. Tra il 22 e il 23 giugno escono invece:

- ELVIS di Baz Luhrmann con Austin Butler, Tom Hanks, Helen Thomson, Richard Roxburgh, Olivia DeJonge, Luke Bracey, David Wenham, Kelvin Harrison Jr., Xavier Samuel, Kodi Smit-McPhee, Dacre Montgomery, Leon Ford, Kate Mulvany, Jay Chaydon, Charles Grounds, Josh McConville. Raccontare una leggenda, rileggere una biografia famosa è sempre operazione insidiosa. Se poi la musica è l'elemento che deve sorreggere l'operazione, l'impresa è ancora più scivolosa. Ma il regista australiano di "Moulin Rouge" ha già dato ampie prove di originalità e senso del ritmo nella narrazione. Nemmeno questa volta andranno delusi coloro che amano il cinema visionario e, tutto sommato, anche i fedelissimi di Elvis "The Pelvis" accetteranno un racconto che in 160 minuti si concentra soprattutto sul rapporto tra il cantante-mito e il manager che lo rese tale: un rapporto contrastato e pieno di ombre cui Tom Hanks offre sponda in un grande saggio di recitazione mimetica. Al resto ci pensa il sound intramontabile del re del rock.

 - BLACK PHONE di Scott Derrickson con Ethan Hawke, Mason Thames, Jeremy Davies, James Ransone, Madeleine McGraw, E. Roger Mitchell, Ron Blake. Potrebbe essere il vero outsider della settimana in termini di incassi: un vero horror con tutti I crismi e un attore carismatico come il cattivissimo Ethan Hawke opportunamente mascherato. E' lui il maniaco che ha preso in trappola l'adolescente Finney. Solo un telefono apparentemente staccato e le voci delle precedenti vittime dell'assassino potranno salvarlo dalla morte più efferata. Ma anche il mostro ha le sue carte da giocare… - CASABLANCA BEATS di Nabil Ayouch con Anas Basbousi, Zineb Boujemaa, Soufiane Belali, Samah Baricou, Mehdi Razzouk, Meryem Nekkach, Ismail Adouab, Maha Menan. Viene dal Marocco il sound della libertà e non va sottovalutato il coraggio eversivo di un regista che, nel cuore del fondamentalismo strisciante di questi tempi, racconta la pazza impresa di un insegnante di Casablanca che si batte perché i ragazzi del centro culturale si liberino dei vecchi schemi per dare spazio alla propria creatività attraverso la musica. Naturalmente tutto ciò non può essere gradito a parte della comunità nonostante le aperture delle autorità. Quella di Anas diventa una battaglia di libertà dall'esito incerto.

 - I GIOVANI AMANTI di Carine Tardieu con Fanny Ardant, Melvil Poupaud, Manda Touré, Florence Loiret Caille, Cécile de France, Sharif Andoura. Sono molti anni che l'elegante architetto Shauna ha chiuso in un cassetto i suoi sentimenti di donna per dare spazio alla professione, ai figli, ai nipoti. Ma quando incontra il più giovane Pierre qualcosa viene smosso nel suo inconscio.
    L'uomo è felicemente sposato ma non riesce a nascondere l'attrazione per Shauna che già aveva provato molti anni prima.
    Il loro amore può avere spazio adesso, che tutto sembra portare alla fine della vita? L'utopia di Shauna rischia di sconvolgere molte vite, anche la sua.

 - LA RAGAZZA HA VOLATO di Wilma Labate con Alma Noce, Luca Zunic, Rossana Mortara, Massimo Somaglino, Livia Rossi. Tratta da un soggetto dei fratelli D'Innocenzo e ambientata in una Trieste di volta in volta invitante e distante, è la storia (quasi una via crucis) di Nadia, adolescente solitaria, rinchiusa nei silenzi di una famiglia apparentemente assente che dovrà scommettere solo su se stessa per superare il dolore, la paura, fino al traguardo mai immaginato prima. Un film di donne, fatto e pensato per le donne, ma da cui gli uomini posso imparare molto. - STUDIO 666 di BJ McDonnell con Dave Grohl, Nate Mendel, Pat Smear, Taylor Hawkins, Rami Jaffee, Chris Shiflett, Whitney Cummings, Jeff Garlin, Leslie Grossman, Jenna Ortega, Marti Matulis. Tipico horror estivo con cadenze di rock demoniaco. La band dei Foo Fighters si stabilisce in California per incidere il nuovo disco. Mettono le tende proprio nella casa maledetta in cui, prima di loro, un rocker si è lasciato possedere dal demonio. Ora la minaccia si ripresenta. Un po' "La Casa", un po' "Shining" promette brividi rinfrescanti e si impegna a fare la sua parte. 

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA



        Modifica consenso Cookie