Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Al Donizetti Opera Festival un Don Pasquale (quasi) inedito

Al Donizetti Opera Festival un Don Pasquale (quasi) inedito

Nuova edizione critica per la decima edizione della kermesse

MILANO, 22 febbraio 2024, 16:59

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Roberto Deveraux, Zoraida di Grenata e soprattutto Don Pasquale: per la sua decima edizione il Donizetti Opera Festival di Bergamo offre un programma che accosta titoli conosciuti ad altri rari sempre in "edizioni filologicamente ineccepibili", come ha sottolineato alla presentazione il direttore artistico Francesco Micheli.
    Nel caso di Don Pasquale, che è un successo ininterrotto dalla prima del 1842, viene utilizzata una edizione critica inedita, quella di Roger Parker, che sarà pubblicata da Casa Ricordi nel 2026. Questa attenzione filologica però non è 'archeologica', visto che si unisce alla volontà di "coniugare al presente la sua rivoluzionaria teatralità" che, nel caso di Don Pasquale, mostra il tema attualissimo del desiderio e dell'amore anche in tarda età.
    Il festival - dal 14 novembre al primo dicembre - si aprirà con Lu OpeRave, spettacolo con musica elettronica, che viene riproposto in una forma rivista e in una nuova sede. Il 15 al teatro Donizetti si alzerà il sipario su Roberto Deveraux, scritto nel 1837, anno della morte della moglie, e forse per questo capace di rendere con profondità le sfaccettature del carattere di Elisabetta, che sarà interpretata da Jessica Pratt con John Osborne nella parte del protagonista. Sul podio il direttore del Festival Roberto Frizza alla regia Stephen Langridge, direttore artistico del Glydebourne Festival.
    Il giorno seguente, al teatro Sociale, invece andrà in scena Zoraida di Granata, nella versione che debuttò al teatro Argentina di Roma il 7 gennaio 1824. Come da tradizione infatti, il festival inserisce nel programma un'opera a 200 anni di distanza dalla sua composizione. Zoraide, diretta da Alberto Zanardi con la regia di Bruno Ravalla, è una coproduzione con il Wexford Festival, dove nei mesi scorsi è però andata in scena l'edizione del 1822. Il 17 al Teatro Donizetti sarà dunque la volta di Don Pasquale nell'allestimento che arriva dall'Opéra di Dijon con la regia di Amélie Niemeyer, con la direzione del giovane messicano Iván López Reynoso e un cast che include Javier Camarena (Ernesto) e Roberto De Candia (Don Pasquale).
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza