Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Al via a Ny processo per furto degli appunti di Hotel California

Al via a Ny processo per furto degli appunti di Hotel California

Canzone Eagles, tre imputati per traffico proprieta' culturale

NEW YORK, 21 febbraio 2024, 20:36

di Alessandra Baldini

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

 Sullo sfondo del mercato rovente dei cimeli del rock un foglietto con le parole (in embrione) della canzone degli Eagles Hotel California e' da oggi al centro di un processo per traffico di proprieta' culturale a New York.
Tre uomini sono finiti sul banco degli imputati, tra questi Glenn Horowitz, un celebre commerciante di libri rari che ha al suo attivo, tra l'altro, la vendita dell'archivio di Vladimir Nabokov alla National Public Library.
Pomo della discordia sono un centinaio di pagine di appunti di Don Henley, il paroliere e batterista della band. Gli inediti legati all'album multiplatino del 1976 avrebbero oggi in valore di circa un milione di dollari.
A impadronirsi di quelle pagine in cui in embrione ci sono anche le liriche di brani come New Kid in Town e Life in the Fast Lane, sarebbe stato, alla fine degli anni Settanta, Ed Sanders, uno scrittore ingaggiato dai membri della band di scrivere la loro biografia.
Il libro non venne mai pubblicato ma decenni dopo, secondo l'accusa, l'uomo avrebbe venduto i documenti a Horowitz (che aveva al suo attivo anche il negoziato per la vendita dell'archivio di Bob Dylan), il quale a sua volta li avrebbe smerciati agli altri due imputati, Craig Inciardi, l'ex curatore della Hall of Fame del Rock, e Edward Kosinski, un venditore di memorabilia.
"Sebbene sapessero che erano stati rubati", i tre imputati "hanno tentato di vendere i manoscritti, falsificato documenti di provenienza e mentito a case d'asta, potenziali acquirenti e forze dell'ordine", si legge negli atti della procura.
Partendo da un ufficetto basato in una stanza dell'iconica libreria The Strand a Village, prima di essere arrestato, Horowitz si era costruito una fama all'incrocio tra letteratura e finanza. Nel processo, che ha preso il via oggi a New York, potrebbero comparire celebrita' della musica del tempo come Henley e lo stesso Sanders, che negli anni Sessanta aveva contribuito a fondare la band proto-punk dei Fugs e successivamente, prima di firmare il contratto con gli Eagles, aveva ottenuto un successo di cassetta col libro The Family sullo stragista di Bel Air, Charles Manson, e la sua setta satanica.
Sanders, pur essendo stato identificato come la persona che cinquant'anni fa si sarebbe impadronito dei documenti, non e' stato incriminato nel caso ne' indicato come complice. In passato ha raccontato di aver ottenuto dagli Eagles il permesso a recarsi nella casa di Henley a Malibu e portarsi a casa tutti i documenti che voleva 

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza