Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Dedica, cinque premiati tornano per 30/o festival

Dedica, cinque premiati tornano per 30/o festival

Sono Yáñez, Rumiz, Belli, Larsson e Khadra

PORDENONE, 16 gennaio 2024, 12:06

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Carmen Yáñez, Paolo Rumiz, Gioconda Belli, Björn Larsson e Yasmina Khadra sono i cinque scrittori di fama internazionale che dal 26 gennaio al 6 marzo saranno al centro del ciclo "La vita è l'arte dell'incontro", in dialogo con altri scrittori, con docenti, giornalisti e figure dell'editoria (Ilide Carmignani, Luigi Brioschi, Marija Ursula Geršak, Federica Manzon, Paolo Di Paolo, Alessandra Ferraro, Alessandro Mezzena Lona). È, questa, l'iniziativa con la quale il festival Dedica di Pordenone, curato da Claudio Cattaruzza per l'associazione Thesis, apre i festeggiamenti per il 30/o anniversario e che precede l'edizione 30, dedicata allo scrittore Arturo Pérez-Reverte (16-23 marzo 2024). Prima dei cinque ospiti - in passato tutti protagonisti di Dedica - il 26 gennaio a Pordenone, a palazzo Badini, ci sarà un incontro con la scrittrice e poetessa cilena Carmen Yáñez la quale, tra l'altro, ricorderà il marito Luis Sepúlveda (Dedica 2015).
    Il secondo "ritorno" sarà quello di Paolo Rumiz (Dedica 2021), il 9 febbraio nel Teatro Mascherini di Azzano Decimo. "Il bagaglio per scrivere" è la conversazione nel corso della quale parlerà anche del suo ultimo libro, "Una voce dal Profondo" (Feltrinelli Editore).
    Gioconda Belli (Dedica 2019), nicaraguense, una delle voci femminili più rappresentative del panorama letterario latinoamericano, con "Scrivere è partecipare" sarà il 27 febbraio, all'Università di Lubiana, il 28 febbraio al Capitol di Pordenone.
    "Destinazione uomo" porterà a Sacile, nel Teatro Ruffo, il 1 marzo, Björn Larsson (Dedica 2017), uno degli autori svedesi più noti anche in Italia, del quale uscirà a febbraio il nuovo saggio filosofico (Raffaello Cortina editore) "Essere o non essere umani".
    Doppio appuntamento, agganciato alla tragica attualità, anche per Yasmina Khadra (Dedica 2016), pseudonimo dello scrittore algerino francofono Mohammed Moulessehoul. Il suo romanzo "Cosa sognano i lupi?" narra come possono nascere fondamentalismo e terrorismo. Khadra sarà all'Università di Udine il 5 marzo e a San Vito al Tagliamento (Antico Teatro Arrigoni) il 6 marzo.
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza