Cultura
  1. ANSA.it
  2. Cultura
  3. Cinema
  4. Weekend al cinema tra esordio di Fabrizio Moro e storie di matrimoni

Weekend al cinema tra esordio di Fabrizio Moro e storie di matrimoni

In sala anche Assassinio su Nilo e Il discorso perfetto

Conclusa l'ubriacatura sanremese in tv, anche il cinema in sala prova a riprendere fiato, pur insidiato dal diluvio di novità garantita settimanalmente dalle piattaforme in rete. In verità la settimana si è aperta già lunedì con un vero evento per il pubblico giovane: il debutto da regista del cantautore Fabrizio Moro (altro reduce dalla kermesse canora) che firma insieme al suo sodale Alessio de Leonardis il noir pugilistico GHIACCIO, proposto in tre serate-evento dalla distribuzione Vision. Un bell'esempio di noir metropolitano con Vinicio Marchioni nella parte di un ex pugile che scommette su un giovane talento a dispetto della malavita. Altri due film si sono spartiti l'inizio della settimana: l'esordio dietro la macchina da presa del figlio d'arte Lorenzo d'Amico de Carvalho GLI ANNI BELLI con Maria Grazia Cucinotta e Ninni Bruschetta, genitori preoccupati per il futuro della figlia Elena e il documentario alpestre THE WALL OF SHADOWS ambientato tra le montagne del Nepal dove vive il popolo degli Sherpa.
In sala: - ASSASSINIO SUL NILO di e con Kenneth Branagh e con Gal Gadot, Armie Hammer, Rose Leslie, Annette Bening, Emma Mackey, Letitia Michelle Wright, Sophie Okonedo, Tom Bateman, Adam Garcia, Dawn French, Rick Warden, Ali Fazal, Jennifer Saunders, Russell Brand. Seconda trasposizione del romanzo di Agatha Christie fa del suo regista/protagonista il vero personaggio della settimana: candidato all'Oscar per "Belfast" e istrione dell'intrattenimento con questo "divertimento in giallo" per famiglie, Branagh si conferma il nuovo talento di Hollywood. Non saprà anticipare le mode come i registi più amati dalla critica, ma sa intercettarle e interpretarle come pochi altri. Qui, mascherato dagli imponenti baffi di Hercule Poirot, si trova a fare il turista a bordo di un battello che risale il Nilo tra la gioventù dorata degli anni '30. In sua compagnia viaggia la giovane miliardaria Linnet Ridgeway che ha appena sposato l'ex fidanzato della sua migliore amica, Jacqueline. In crociera con i tre (scelta incauta per una luna di miele) ci sono anche gli amici della coppia finché una sera, in preda a una crisi nervosa, Jacqueline prende una pistola e spara. Mentre giace incosciente in seguito a un potente sedativo, qualcuno uccide Linnet e Poirot scoprirà presto che tutti i passeggeri a bordo avevano buone ragioni per odiare la donna assassinata…
- MARRY ME di Kat Coiro con Jennifer Lopez, Owen Wilson, Maluma, Chloe Coleman, Sarah Silverman, Utkarsh Ambudkar, Katrina Cunningham, Jimmy Fallon, Michelle Buteau, John Bradley, Brady Noon, Stephen Wallem. Le stranezze dell'amore coniugale tengono banco nel programma del weekend e questa commedia con fa eccezione. Lei è una acclamata cantante costantemente attorniata da orde di fans che aspettano il suo atteso matrimonio con un'altrettanto celebre rock star. Ma un colpo di scena è destinato a deluderli: Kat scopre che il suo amore, Bastian, la tradisce e decide così di impalmare il primo maschio disponibile. Sarà lo smarrito Charlie, vedovo e sognatore, che ha accompagnato la figlia al concerto di Kat. Tra i due si farà strada un amore contrastato.
- IL DISCORSO PERFETTO di Laurent Tirard con Benjamin Lavernhe, Sara Giraudeau, Kyan Khojandi, Julia Piaton, François Morel, Guilaine Londez, Sébastien Chassagne, Sarah Suco, Christophe Montenez. Altra variazione sul tema dell'amore coniugale, cucinata in salsa agrodolce nello stile della commedia francese. Adrien è stato appena lasciato dalla fidanzata Sonia che gli ha chiesto una pausa di riflessione quando viene coinvolto in un'affollata cena familiare. Mentre guarda freneticamente il telefono sperando di trovarvi un messaggio di riconciliazione, l'uomo si trova coinvolto in un'impresa ardua: pronunciare il discorso di matrimonio per sua sorella e il suo sposo. Cosa dire ad altri quando si teme per il proprio amore? Ma la sfida porterà a un risultato inatteso.
- AFTER LOVE di Aleem Khan con Joanna Scanlan, Nathalie Richard, Talid Ariss, Nasser Memarzia, Sudha Bhuchar, Nisha Chadha, Jabeen Butt, Subika Anwar-Khan, Elijah Braik, Adam Karim, Narayan David Hecter. L'inglese Mary ha sposato l'uomo della sua vita, un mussulmano che vive a Dover e l'ha convinta ad abbracciare la sua fede. Quando l'uomo improvvisamente muore la vita di Mary sprofonda nel dolore. Ma ciò che non immagina è di scoprire che suo marito l'ha sempre tradita e che la sua amante vive di là dal mare, in Francia. Decide così di partire per guardare in faccia la rivale ed è proprio l'incontro tra le due donne a dar vita a un mutamento profondo per entrambe.
- PICCOLO CORPO di Laura Samani con Celeste Cescutti, Ondina Quadri, Marco Geromin, Giacomina Dereani, Anna Pia Bernardis, Angelo Mattiussi, Luca Sera, Teresa Cappellari, Marzia Corinna Mainardis, Marisa Rupil. Uno dei film italiani più inattesi dell'anno, rivelato al Festival di Cannes e ora in sala grazie a una coraggiosa distribuzione indipendente. Ambientato agli inizi del '900 in una natura rurale e ostile, racconta il viaggio di Agata, quindicenne che ha appena avuto un figlio nato morto. Secondo le credenze ancestrali in cima alla montagna vivono donne esperte che possono restituire un soffio di vita ai bambini morti, giusto per il tempo di farli battezzare e salire così in Paradiso. Agata compie il viaggio rituale accompagnata da un ragazzo dei boschi, Lince, che sarà il suo migliore compagno nonostante la diffidenza reciproca del primo incontro. La scoperta di una regista vale la spesa di una serata. (ANSA).

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA



      Modifica consenso Cookie