Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Protesta trattori, 80 mezzi arrivati a Bari

Protesta trattori, 80 mezzi arrivati a Bari

Partiti da Barletta. Chiedono un incontro a governatore Emiliano

BARI, 23 febbraio 2024, 11:48

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

E' arrivato a Bari il corteo di circa 80 trattori partito questa mattina da Barletta per protestare contro la politica nazionale ed europea che, dicono, "vuole ammazzare l'agricoltura, specie quella pugliese". I trattori sostano davanti al comando della guardia di finanza, sul lungomare a nord della città, con loro ci sono anche due camion e, sostengono gli organizzatori del movimento Liberi agricoltori barlettani, anche circa mille persone.
    Una delegazione è arrivata davanti alla sede della giunta regionale pugliese, per chiedere un incontro al governatore Michele Emiliano. Qui, intorno a mezzogiorno, è previsto l'arrivo di cinque trattori. "Protestiamo - afferma Riccardo Roggio, di Barletta - perché stanno uccidendo il nostro comparto. Fra un paio di anni l'Unione europea ci obbligherà anche a mettere sul vino etichette che avvertono che il prodotto fa mala e alla salute. Ci chiediamo perché non siano messe anche su birra o altri alcolici".
    "Poi - aggiunge - c'è anche la Pac, sulla quale non si capisce nulla. Ci dicono che con i pesticidi inquiniamo l'ambiente, ma altre forme di inquinamento non sono prese in considerazione". Gli agricoltori saranno di nuovo a Bari il prossimo 27 febbraio, questa volta davanti alla sede del Consiglio regionale, per una manifestazione allargata a tutta la Puglia. "In quella data - conclude Roggio - è in programma il Consiglio regionale con i capigruppo. L'assessore regionale all'agricoltura, Donato Pentassuglia, ci ha garantito un incontro".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza