Sicilia
  • Migranti: Meloni, Ue tratti con Libia, come ha fatto con Turchia

Migranti: Meloni, Ue tratti con Libia, come ha fatto con Turchia

Bisogna difendere i confini esterni della Ue

(ANSA) - TAORMINA, 21 GIU - "Altre nazioni difendono i confini esterni e fanno un ragionamento: se non difendi i tuoi confini non puoi pretendere che queste persone siano redistribuite. Bisogna allora chiedere una missione europea per trattare con la Libia, come l'Europa ha già fatto con la Turchia. Distribuire i rifugiati e mandare indietro i clandestini". Lo ha affermato, parlando del tema migranti, la leader di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni, nel suo intervento alla seconda Conferenza di Taormina e Messina ospitata all'interno di Taobuk. "Per l'immigrazione - ha osservato Giorgia Meloni - non sarebbe più ragionevole andare a trattare con la Libia e invece di chiedere di redistribuire i migranti chiedere una missione europea per la Libia? Come l'Europa ha già fatto trattando con la Turchia dando 6 miliardi di euro ad Erdogan e l'Italia stessa, che era stata abbandonata sul forum Mediterraneo ha pure messo 250 milioni, perché gli immigrati che arrivavano dalla rotta balcanica e davano fastidio alla Germania. Con la Libia invece non si vuole andare a trattare per fermare le partenze dei barconi, aprire gli hotspot in Africa, distribuire solo i rifugiati e mandare indietro i clandestini.
    L'unica cosa sensata da fare". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie