Sardegna

"Sardinia4Export", dalla Barbagia al mercato asiatico

L'iniziativa parte da Tonara e si conclude l'8 luglio a Orosei

I prodotti alimentari, i territori e le imprese della Sardegna centrale per tre giorni sotto la lente d'ingrandimento di buyer e giornalisti giunti da Russia, Azerbaijan e Kazakistan. Il progetto "Sardinia4Export", realizzato da Confartigianato Imprese Nuoro Ogliastra e finanziato dall'assessorato regionale all'Industria, è partito da Tonara e si concluderà giovedì 8 luglio a Orosei. I rappresentanti dei tre Paesi del mercato euroasiatico potranno conoscere, acquistare, fotografare i prodotti del food and wine di Barbagia e Ogliastra: dolci sardi, torrone e aranzada, formaggi, prodotti ittici e bottarga, sottoli e conserve, pane e biscotti, olio, vino e liquori. Ma potranno anche scoprire quella " magia" tutta isolana che porta alla longevità.

Sono partiti da Tonara per la visita al torronificio "Licanias de Sardigna", per poi spostarsi verso Galtellì, per conoscere l'"Azienda Glmf di Giovanni Monne", produttrice dei rinomati biscotti sardi. Martedì 6 tappa a Macomer con la visita al caseificio di Salvatore Bussu, la seconda visita è prevista al "Panificio Santa Lulla" di Orune. Nel pomeriggio, i giornalisti e i buyer si ritroveranno alla Cantina sociale di Dorgali. La giornata di mercoledì 7 sarà tutta dedicato alla scoperta del "Panificio Forno Carasau" e alla degustazione dei vini dell'azienda dei "Fratelli Puddu" di Oliena.

Il gran finale è previsto per il pomeriggio di giovedì 8 a Orosei, all'Hotel Marina Beach Resort con tutte le aziende produttrici. "Dopo aver presentato, e fatto degustare, i prodotti delle nostre imprese nelle manifestazioni e nelle iniziative a Mosca, Baku e negli altri Paesi euroasiatici - afferma Pietro Mazzette, segretario di Confartigianato Nuoro Ogliastra e coordinatore dell'iniziativa - abbiamo voluto portare in Sardegna buyer e giornalisti per mostrare loro i territori e la produzione. L'interesse per i prodotti sardi è molto forte: nei Paesi dell'Est sono molto conosciute la nostra qualità della vita e la longevità della popolazione, caratteristiche derivanti anche dall'alimentazione e quindi legate alle eccellenti produzioni agroalimentari e vitivinicole. Insomma, la Sardegna è vista come una terra quasi 'magica', segno evidente che cominciamo a essere conosciuti non solo per le vacanze".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie