Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Storia horror ambientata in Barbagia diventa un fumetto

Storia horror ambientata in Barbagia diventa un fumetto

Pitzalis e Porceddu, viaggio al confine tra realtà e leggenda

CAGLIARI, 19 gennaio 2024, 12:57

Manuel Scordo

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

 Un viaggio al confine tra realtà e leggenda per aprire una finestra sulla Sardegna sconosciuta, quella tramandata dai racconti degli anziani dei paesi.
    Un'Isola carica di fascino e mistero quella tratteggiata dallo scrittore e sceneggiatore Giacomo Pitzalis e dal disegnatore Luigi Porceddu, in 'L'amara nevicata', racconto incluso nell'antologia a fumetti 'Giallo' appena pubblicata dalla casa editrice Leviathan Labs.
    Un racconto diviso in tre parti in cui gli autori raccontano uno spaccato della Sardegna inedito che affonda le radici nel passato.
    "La storia prende spunto dai racconti che si facevano nei paesi davanti al focolare - ha spiegato all'ANSA Giacomo Pitzalis - al centro c'è la leggenda sarda del demone cervo. E' una storia horror ambientata nelle montagne della Barbagia.
    Abbiamo scelto appositamente di non identificare con precisione il paese. Il filo conduttore del racconto è un amore finito male, una relazione ostacolata, terminata con l'allontanamento e l'emigrazione. Un aspetto questo che ci colpisce particolarmente".
    Pitzalis vive da diversi anni a Torino, anche se torna spesso in Sardegna: "Il tema del ritorno è ricorrente - precisa lo sceneggiatore - quando si torna a casa a volte ci si sente quasi estranei. Nel racconto abbiamo cercato di evidenziare questo aspetto".
    Anche l'incontro con Luigi Porceddu, di Thiesi, è avvenuto in Piemonte. "Il primo contatto è avvenuto online - spiega all'ANSA il disegnatore - poi abbiamo scoperto che eravamo entrambi a Torino e ci siamo incontrati. Poi c'è stato lo stop della pandemia e i contatti sono tornati via web. Ho impiegato circa un anno complessivamente a disegnare tutte le tavole della storia".
    Un tratto unico e originale, quello di Porceddu, grazie al quale riesce a rendere al meglio le atmosfere gotiche e horror volute per il racconto. Il bianco della neve sopra la quale si muovono i protagonisti viene squarciato dal nero dell'inchiostro in un continuo susseguirsi di spiazzanti colpi di scena.
    La prima parte del racconto è stata appena pubblicata nel numero 8 dell'antologia a fumetti e nei prossimi mesi usciranno le altre due parti.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza