Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Gioele Dix, 'adoro Buzzati, ha nutrito il mio immaginario'

Gioele Dix, 'adoro Buzzati, ha nutrito il mio immaginario'

L'attore in scena e firma la regia di 'La corsa dietro il vento'

CAGLIARI, 10 gennaio 2024, 14:56

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

(di Maria Grazia Marilotti) E' come un viaggio tra le righe di racconti, di storie, "La corsa dietro il vento - Dino Buzzati o l'incanto del mondo". Lo spettacolo con Gioele Dix, al secolo David Ottolenghi, suoi anche regia e drammaturgia, è in cartellone il 16 gennaio alle 21 al Teatro Comunale di Sassari e dal 17 al 21 al Massimo di Cagliari per La Grande Prosa del Cedac.
    "Nasce da una mia passione per Dino Buzzati: la lettura dei suoi romanzi e racconti mi ha costruito come attore, ha nutrito il mio immaginario e risvegliato la mia vocazione a raccontare storie, mi ha insegnato a cercare i significati nascosti nelle pieghe del racconto", rivela all'ANSA Gioele Dix. L'attore milanese è protagonista insieme a Valentina Cardinali dello spettacolo ispirato ai racconti dello scrittore e drammaturgo: vicende singolari, talvolta enigmatiche e atmosfere sospese.
    "Buzzati racconta la parte oscura di ognuno di noi e le sue storie conservano tutta la loro attualità", spiega Dix, all'attivo un'intensa carriera teatrale, a partire dagli anni '70 con il Teatro degli Eguali, poi accanto ad artisti del calibro di Franco Parenti e Sergio Fantoni, diretto da registi come Gabriele Salvatores, Antonio Salines e Andrée Ruth Shammah.
    Apprezzato dal grande pubblico per il suo talento di affabulatore e la sua vis comica - dai primi successi al Derby Club e allo Zelig di Milano, alla ribalta televisiva con Cocco, le apparizioni a Mai dire Gol e infine Zelig - al cinema spazia tra commedie e film d'autore, oltre a documentari e serie tv.
    "Dino Buzzati è uno scrittore che si è sporcato le mani con la realtà, ha fatto il giornalista, il cronista di guerra, oltre alle rubriche e alle lettere sul Corriere dei Piccoli, maneggiava la cronaca nera e la trasformava in storie: anche la Storia è fatta di frammenti, di storie di uomini e donne", sottolinea l'attore-regista.
    Ne "La corsa dietro il vento", attingendo ai "Sessanta racconti", "Il colombre" e "In quel preciso momento", l'artista immagina "un laboratorio di parole" dove mettere in scena personaggi e vicende: "è uno spettacolo - racconta il protagonista - che si nutre di vita, ma dove ci rendiamo conto che siamo appesi a un filo. E' un gioco piacevole, che inizia da 'Una pallottola di carta' e termina con un frammento autobiografico, quasi un congedo. E così il cerchio si chiude ma resta la voglia di ascoltare, e di raccontare storie".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza