Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Igor X Moreno mettono in scena il Karrasekare inclusivo

Igor X Moreno mettono in scena il Karrasekare inclusivo

Sassari, riti sardi e baschi del carnevale nel segno della danza

SASSARI, 07 novembre 2023, 17:07

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Immagini, figure, riti del carnevale sardo e quello basco con i colori e la loro energia declinati attraverso affascinanti performance di danza contemporanea. Il Teatro Verdi di Sassari ospita giovedì 9, alle 21, "Karrasekare", ultima creazione della compagnia sassarese Igor X Moreno, ovvero i coreografi e performer Moreno Solinas e Igor Urzelai Hernando, uno sardo e l'altro basco.
    Il duo nasce a Londra, ma opera anche in Sardegna, Spagna, Parigi. E' la prima regionale dello spettacolo che ha debuttato tra gli applausi al Festival Romaeuropa. La coreografia si ispira ai costumi, alle maschere e alle feste pagane della Sardegna e dei Paesi Baschi, per cercare analogie e connessioni in un ideale itinerario che da Gavoi e Lula giunge fino a Zubieta e Lanz. "L'obiettivo è indagare i rituali pre-cristiani del solstizio di primavera e proiettarsi nel futuro per dare voce e liberare attraverso l' energia che il carnevale sprigiona, identità, fluide, queer, senza etichette - spiegano i due coreografi - il carnevale con il rito delle trasformazioni, dei travestimenti, diventa un modello di inclusione".
    Lo spettacolo è prodotto da S'Ala e the place. La regia e le coreografie sono di Moreno Solinas e Igor Urzelai Hernando, la direzione prove di Margherita Elliot, con gli interpreti Marcella Mancini, Alessio Rundeddu, Matteo Sedda, Giulia Vacca, Margherita Elliot, Igor e Moreno. "Lo spettacolo trasporta e fa rivivere in una cornice teatrale l'energia primitiva della sagra e fa emergere l'azzardo vitale della combinazione di danza, canti ed ebbrezza, e quindi della vertigine provocata dallo stare insieme", aggiungono.
    Lo spettacolo-performance nasce in Sardegna e si avvale di un cast internazionale, riflettendo così il lungo lavoro di ricerca iniziato nel 2019, portato oltre i confini dell'isola attraverso alcune residenze nel Regno Unito, in Croazia e Danimarca. La vocazione europea proseguirà nella tournée che dal 2024 attraverserà le maggiori piazze del Vecchio Continente come Cambridge, Londra, Rijeka/Fiume (Croazia), Manchester, Parigi, Den Bosch nei Paesi Bassi e Aarhus in Danimarca.
    La prossima data sarda, invece, sarà il 12 novembre al Ten di Nuoro.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza