Sardegna

Vacanze a basso impatto ambientale a Budoni

Non solo mare, esperienze a contatto con la natura e cultura

 Budoni lancia la stagione turistica a basso impatto ambientale, puntando su valorizzazione degli stagni costieri e delle biosfere, spiagge dedicate agli amici animali, tutela delle specie autoctone, esperienze a contatto con la natura. "Mare, spiagge, entroterra, macchia mediterranea, borghi storici sono il nostro tesoro ed è nostro compito tutelarlo sfruttandolo sempre con grande attenzione", spiega il sindaco di Budoni, Giuseppe Porcheddu.

Nel 2017 all'area di Budoni è arrivato, prima volta per una località della Sardegna, il riconoscimento di "Riserva della Biosfera" da parte dell'Unesco. Un premio per il processo di sviluppo sostenibile nella popolazione locale, che promuove le attività tradizionali come agricoltura e artigianato, e rafforza la consapevolezza della necessità di conservare la biodiversità naturale e coltivata, la qualità dell'acqua, degli habitat e delle specie, la diversità culturale, archeologica e di paesaggio. Nei suoi stagni costieri vivono alcuni dei pochi esemplari rimasti dello splendido Pollo Sultano (Porphyrio porphyrio), rallide dal piumaggio azzurro carico e viola iridescente. Nel litorale marino un tratto di costa sarà quindi dedicato a una Fido Beach dove far trascorrere giornate all'aria aperta e in movimento ai cani.

"Questa iniziativa è anche l'occasione per far crescere la consapevolezza dei loro padroni su quali siano le regole da seguire quando si va al mare con un cane", osserva Alessandro Fiore, destination manager di Budoni Welcome. Con questo scopo il Comune ha realizzato un decalogo di consigli, redatti con la consulenza di biologi e veterinari, per vivere al meglio i giorni di ferie in compagnia degli amici a quattro zampe.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie