Monumenti Aperti scalda i motori, cultura antidoto pandemia

Organizzatori sperano di avere visitatori in presenza

Monumenti Aperti prepara la sua 25esima edizione per celebrare la cultura come antidoto alla pandemia e alla crisi. La manifestazione curata dall'associazione Imago Mundi si svolgerà nei fine settimana a partire dal 23-24 ottobre, data in cui sarà protagonista anche la città di Cagliari, fino al 4-5 dicembre. Appuntamenti che gli organizzatori sperano di poter vivere con i visitatori in presenza. Intanto è già iniziata la campagna di adesione destinata alle amministrazioni comunali, agli istituti scolastici e alle associazioni che comporranno la rete per il 2021.

La venticinquesima edizione di Monumenti aperti (nel 1998 la manifestazione venne fatta due volte, in primavera e in autunno) diventa un ponte per approdare ai 25 anni che ricorreranno nel 2022. Un percorso di avvicinamento al quarto di secolo durante il quale Imago Mundi proporrà una serie di appuntamenti: un corso di formazione sulla interpretazione del patrimonio culturale, e uno, dal titolo "CIAK! L'arte del cinema", per l'inclusione. E ancora un convegno nazionale sulla tematica del cosiddetto patrimonio di prossimità e dello sviluppo culturale delle aree interne e, infine, un educational su Monumenti Aperti come volano turistico rivolto a operatori dell'informazione e della comunicazione, cui verrà abbinato un convegno nazionale dedicato al tema delle nuove prospettive del turismo culturale.

"Monumenti Aperti è una festa di comunità, e dopo il difficile anno 2020, vogliamo riprendere con gli eventi in presenza, nel rispetto delle norme di sicurezza anti covid - spiega Massimiliano Messina, presidente di Imago Mundi, nel presentare la manifestazione - Pensiamo che un tempo di crisi come questo attuale si possa trasformare in una grande opportunità di riflessione, di nuove valutazioni, di sperimentazione, anche in prospettiva, di vie diverse rispetto alla consuetudine, nel presupposto necessario per provare a migliorare, ad arricchire e far crescere ancora di più il progetto collettivo di Monumenti Aperti". Alle parole di Messina si aggiungono quelle dell'assessora alla Cultura del Comune di Cagliari, Paola Piroddi: "Monumenti Aperti è una manifestazione che ho nel cuore e mi auguro che quest'anno si possa riprendere con gli eventi in presenza. Noi mettiamo a disposizione lo splendido patrimonio di Cagliari, che è di tutti i cittadini, e che siamo felici di condividere".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie