DIRETTA MONDIALI

Mondiali: Svizzera di misura, Camerun sconfitto 1-0

Nato a Yaoundé ma con passaporto elvetico, fa gol e non esulta

Redazione ANSA ROMA

Dopo i sogni dell'Italia la Svizzera spegne anche quelli del Camerun. Nella prima giornata del gruppo G dei Mondiali in Qatar, lo stesso del Brasile, allo stadio Al Janoub di Al Wakrah la Nazionale elvetica parte piano, lasciando spazio e coraggio agli africani che sciupano tutto e ad inizio ripresa si fanno trafiggere dal connazionale Embolo che, nato nella capitale camerunense Yaoundé, ma con passaporto svizzero, chiude in rete una splendida azione orchestrata dalla squadra che ha lasciato a casa gli azzurri di Mancini e le aspettative di tutto il Bel Paese.

Nella ripresa Anguissa e compagni non riescono a reagire e nel finale rischiano più volte il doppio svantaggio. La Svizzera parte con Sow e Vargas alle spalle di Embolo. Dal 1' anche Ricardo Rodriguez del Torino e altre vecchie conoscenze del cacio italiano, da Widmer a Freuler, passando per Shaqiri - oggi in America a Chicago - sceso in campo per il suo quarto Mondiale. Sono tre i giocatori del Camerun ben noti in Serie A: l'interista Onana tra i pali, più Anguissa (Napoli) e Hongla (Verona) in mezzo al campo. Attenzione agli esterni, veloci e tecnici, come il giovane Mbeumo e Toko Ekambi. Davanti gioca l'attaccante del Bayern Choupo-Moting, panchina per la stella (e capitano) Aboubakar. Pronti via con la Svizzera che fa la partita e il Camerun più attendista a farsi pericoloso in contropiede.

Dopo 10 minuti di palleggio della formazione elvetica, alla prima incursione è subito occasione gol per gli africani: Mbeumo lanciato in profondità sul centro sinistra si fa parare il tiro, mentre è ancor più netta la chance per Toko Ekambi sulla ribattuta. Su questa falsa riga si defila tutta la prima parte di match con il Camerun alla mezz'ora di nuovo pericoloso con un bel pallone del solito Mbeumo che mette dentro per Hongla: tiro in diagonale ma sventa in tuffo Sommer, il portiere svizzero capace di parare tutto all'Italia di Mancini nel girone di qualificazione. Finale di primo tempo ancora per il Camerun con Ekambi miracolosamente anticipato da Widmer su un cross basso dalla destra, ma il risultato non si sblocca.

Scatta la ripresa e la Svizzera trova subito il vantaggio: per ironia della sorte a firmare l'1-0 a favore degli elvetici è proprio Embolo, nato in Camerun, ma nazionale svizzero. Segna e non esulta dopo un bella azione della squadra di Yakin: Shaqiri riceve sulla destra e mette al centro l'assist basso e facile da appoggiare in rete contro un incolpevole Onana. Trovato il vantaggio la Nazionale elvetica prende il controllo della partita andando più volte ad un passo dal 2-0: su corner dalla destra Embolo è pronto alla volée decisiva da pochi metri di distanza ma Anguissa è decisivo nell'anticipo. Scattano le sostituzioni da una parte e dall'altra e la partita si addormenta con il Camerun che non riesce a reagire. Il nuovo entrato per la Svizzera Rieder è subito protagonista con un cross basso pericolosissimo dalla sinistra, ma Nkoulou in mezzo salva. L'ultimo sussulto nel recupero è sempre di marca elvetica con Seferovic che si divora il 2-0. Il raddoppia non arriva ma la Svizzera può festeggiare una vittoria importante in chiave qualificazione in un girone ancora tutto da valutare.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Modifica consenso Cookie