• Leonardo International Investigation (Roma): indagini per falsa malattia, illecito civile e penale
COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Pagine Sì! SpA

Leonardo International Investigation (Roma): indagini per falsa malattia, illecito civile e penale

Pagine Sì! SpA

“Anche se la legge prevede che un dipendente in malattia, che non abbia superato il periodo di comporto contrattualmente previsto, ha il diritto di conservare il proprio posto di lavoro – introduce la Dott.ssa Liliana Arenare, titolare dell’agenzia investigativa - esistono casi in cui per l’azienda è lecito licenziare, uno di questi è la falsa malattia”.

Leonardo International Investigation è un’agenzia investigativa sita in Roma e attiva su tutto il territorio nazionale con un servizio professionale a 360° che spazia dalla sfera privata dell’individuo ma anche a quella lavorativa e, quindi, aziendale.

Con l’emergenza sanitaria, che ha sensibilmente modificato le vite di tutti noi, oltre ai ben noti problemi lavorativi, ha fatto emergere un altro tema spesso tralasciato che riguarda lo stretto legame tra falsa malattia e assenteismo sul luogo di lavoro. Ma quali rischi corrono i lavoratori dipendenti che approfittano dell’emergenza?

“Si tratta di un rischio tutt’altro che raro visto che ormai sono numerosi i servizi investigativi di pedinamento per conto delle aziende. Lo scenario di tutela del lavoratore dipendente cambia notevolmente qualora quest’ultimo si assenti dal posto di lavoro per una fraudolenta simulazione di malattia o di infortunio - spiega la Dott.ssa Arenare. La gravità della condotta lesiva dell’obbligo di fedeltà cui è tenuto il lavoratore nei confronti del datore di lavoro, fa scaturire la legittimità dell’interruzione del rapporto lavorativo in tronco”.

La falsa malattia, oltre ad essere un illecito civile sanzionabile con l’immediato licenziamento, può integrare una fattispecie di reato. Il lavoratore che richiede la malattia senza alcun problema di salute rischia molto: non solo un procedimento civile, ma anche quello penale come conferma una sentenza della Cassazione del 2018.

“Va sottolineato infatti che il dipendente che ricorre alla falsa malattia percepisce un’ingiusta indennità erogata dall’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale per una patologia inesistente - prosegue la Dott.ssa Arenare - pertanto può rischiare anche un procedimento penale. La truffa, di fatto, è anche ai danni dello Stato dal momento che è l’INPS a pagare l’indennità al lavoratore malato immaginario”.

Tuttavia, per quanto l’INPS possa cercare di fare i suoi debiti controlli inviando il medico fiscale presso il domicilio del dipendente malato, non sempre vi riesce. Rivolgersi ad un’agenzia di investigazione privata competente e con anni di esperienza come la Leonardo International Investigation rientra nel pieno interesse del datore di lavoro che intenda accertarsi della buona condotta dei propri dipendenti.

“Il lavoratore assente per malattia e/o infortunio viola l’obbligo di fedeltà, correttezza e buona fede nei confronti del datore di lavoro. Questo atteggiamento sleale comporta non pochi danni all’azienda, sia dal punto di vista organizzativo che economico - conclude la Dott.ssa Arenare. Il nostro lavoro è appunto quello di appurare la veridicità degli stati di malattia o infortunio che consentono al datore di lavoro di assolvere l‘onere di prova a suo carico. Per licenziare un dipendente che compie azioni incompatibili con il suo status di ammalato, occorre raccogliere delle prove inconfutabili che siano anche prove legittime, producibili in un eventuale giudizio”.

Per saperne di più visita il sito web www.leonardointernationalinvestigation.it

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Pagine Sì! SpA

Modifica consenso Cookie