Press Release

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Bruno Editore

POSH Magazine Festeggia i 20 Anni

Un evento esclusivo a metà ottobre a Milano con la collaborazione di designer e artisti per tracciare le linee del futuro

Bruno Editore

Milano, 30.08.2022 - “Ogni anno arrivano decine di lettere che spiegano come posh derivi da una sigla: “port out, starboard home”, che indicava le cabine migliori nei viaggi tra Gran Bretagna e India. Significava, più o meno: all’andata a babordo, al ritorno a tribordo. Erano le posizioni giuste per prendere il sole al mattino e rinfrescarsi nel resto della giornata, sia andando in India che tornando in Gran Bretagna. Erano, di conseguenza quelle più richieste e per questo erano riservate alle personalità più importanti o a chi disponeva delle cifre per permettersele. 

La sigla veniva stampata sui biglietti, che, insomma, erano P.O.S.H. Più che snob, posh. Una bella parola che, con la sua semplice combinazione di tre suoni [p-o-ʃ], racconta un modo sofisticato e d’élite. Meglio di snob, che ironizza sui vani tentativi di chi non è nobile (s-nob) ma vorrebbe esserlo: posh è chi non ha bisogno di sembrare nobile, perché in fondo lo è. È una bella parola, ma molto misteriosa”. 

Posh magazine nasce nel 2002 in una creativa Casa Editrice, una sorta di boutique editoriale, che negli anni precedenti aveva creato la prima rivista per giovani talenti, KULT, e poi farà nascere la prima rivista rivolta sia al pubblico che agli addetti al settore del fantastico mondo del beauty Rêve

Ispiratrice nel creare quello che era il primo magazine dedicato al mondo dell’eccellenza fu Luisa Micaletti che aveva avuto una esperienza editoriale in un magazine rivolto al target alto spendente. L’Editore aggiunse all’ispirazione la consapevolezza che i magazine rappresentavano, ed ora più che mai, uno straordinario mezzo di comunicazione ma anche di coinvolgimento. 

Il nome Posh arrivò da subito perché apparteneva ad un gruppo di creativi ed entusiasti fra cui l’indomito Pino Cammarota, Giovanni Aponte strappato alla sua vita di New York, Marzia Ciccola, Daniela Palazzoli, Cristina Morozzi e ci perdonino i tanti altri che avevano per attitudine una visione della vita dai forti caratteri esclusivi.

La rivista nasce con la cover bianca e titolo bianco, molto chic in effetti e un tratto snob perché non è mai stato possibile abbonarsi, è lo staff di Posh che decide a chi inviarla, difatti non era e non è solo distribuita in edicola, ma un numero selezionate di persone ha ricevuto da allora il magazine in un cofanetto, un box, realizzato in collaborazione con prestigiose aziende del lusso. Da Pucci, a YSL, Armani, Bulgari, Lancôme, American Express, Vertu, Mercedes e cosi via. 

Inoltre i viaggiatori internazionali trovano il magazine nelle migliori camere e suite di prestigiosi Hotel e Resort 5 stelle. La community di Posh è poi coinvolta ad ogni uscita in eventi unici per la ricerca della location, l’inspirazione e ovviamente gli ospiti. 

Posh nei vent’anni ha raccontato e presentato, protagonisti della moda, dell’arte, del design che hanno un tratto distintivo, la ricerca maniacale dell’unicità, il rendere possibile ciò che per molti è impossibile. 

Sostenibile ed inclusivo da sempre per attitudine, da quest’anno ha introdotto la realtà aumentata nei principali articoli che permette ai lettori di vivere video e contenuti esclusivi e realizza due cover, una dedicata alla moda spesso con protagonisti l’arte e talent con un forte impatto social, tanti i progetti realizzati e per citare solo fra gli ultimi con Chanel, Prada, Armani, Genny ma anche Marcelo Burlon, Mugler e cosi via. 

Unique Media inoltre è partner di Heads società creativa di Treviso guidata da Renzo di Renzo che a capo di un team di oltre 45 creativi realizza progetti di comunicazione innovativi e di grande impatto. Renzo di Renzo già direttore creativo di Fabrica e professore allo Ied ha sviluppato con Giovanni Altami responsabile della divisione digital il nuovo percorso web. 

Posh e Heads presenteranno tutte le attività di partnership in un evento esclusivo a metà ottobre a Milano, dove con la collaborazione di designer e artisti si tracceranno le linee del futuro con la consapevolezza che solo distinguendosi si traccia un ricordo e una appartenenza duratura. 

Info su https://posh.it

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Bruno Editore

Modifica consenso Cookie