Press Release

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale PRIMA PAGINA ITALIA

Dott. Maurizio Cirulli: un sorriso naturale con l’implantologia e Dental lifting

L’implantologia aiuta chi ha perso i denti a tornare a mangiare e sorridere serenamente. Obiettivo del Dental Face Lifting è restituire al sorriso e al volto l'armonia che si è persa con l'invecchiamento. Ne parliamo con il dott. Maurizio Cirulli di Bologna che vanta migliaia di interventi di implantologia dentale, effettuati dal 1986.

PRIMA PAGINA ITALIA

Sui siti e nei giornali sono sempre più frequenti gli annunci legati alla scontistica sull’implantologia dentale. Per non parlare delle mete europee che promettono protesi a costi ridotti, rispetto a quelli italiani. Ma  questo risparmio immediato ha nel tempo riscontro sulla durata dei lavori?                         Cominciamo col dire che i prezzi più bassi sono legati  al costo della vita inferiore in questi paesi rispetto all’ Italia. Inoltre le protesi essendo organi meccanici, con il tempo hanno bisogno di manutenzione frequente.

Per fare chiarezza sull’implantologia dentale e la necessità di affidarsi a professionisti, abbiamo sentito il dottore Maurizio Cirulli con  studi a Bologna, Docente universitario, ospite delle più note trasmissioni televisive nazionali , che oltre all’attività svolta presso il suo studio dentistico, si occupa di pubblicazioni scientifiche ed è relatore in congressi nazionali e internazionali.

 

Dott. Cirulli cosa sono gli impianti dentali e quali vantaggi offrono?

Quando si perdono uno o più denti, il desiderio di molti è di sostituirli con denti simili a quelli naturali in modo da poter tornare a mangiare senza problemi e a sorridere senza vergogna.

Esistono varie soluzioni per rimediare alla perdita dei denti: la scelta dipende dalle condizioni del paziente e dalla modalità con cui la protesi si reggerà all’interno della bocca. Se il paziente non ha perso tutti i denti (paziente edentulo), questi potrebbero essere utilizzati per sostenere la protesi; in caso contrario, si dovranno usare paste adesive oppure impianti dentali.

 

La vita media di ognuno di noi si è allungata, questo incide nella scelta degli impianti?

Proprio per questo scegliere una protesi su impianti contribuisce al benessere individuale e le esigenze delle persone oggi, non sono quelle degli anni 50 o 60, quando una protesi mobile come la dentiera era funzionale. Oggi con una protesi mobile, che appoggia sulla gengiva e quindi sull’osso mascellare o mandibolare per 30 anni, arrivati a 70 anni, spesso non si ha più la possibilità di utilizzare protesi tradizionali. Ecco perché a differenza di quanto promettono slogan pubblicitari, oggi si preferisce usare impianti che sono sempre più evoluti con tecniche adeguate alle persone.

 

Dott. Cirulli che differenza c’è tra implantologia computer guidata statica e dinamica?

L’implantologia computer guidata statica utilizza delle dime chirurgiche, una sorta di mascherine applicate al paziente tramite piccole vitine e quindi con dei fori in corrispondenza degli impianti che devono essere inseriti. L’operatore quindi che ha già fatto precedentemente la pianificazione sulla TAC, inserisce gli impianti. La tecnica computer guidata di tipo dinamico è  invece ancora ancora più attuale. Utilizza  strumentazioni chiamate “navigatori”. I navigatori vengono posizionati sul paziente e guidano l’implantologo durante l’intervento (con un meccanismo di motion tracking); in questo modo è possibile praticare i fori e posizionare gli impianti senza l’utilizzo di dima chirurgica. In ogni istante, infatti, lo specialista sa precisamente come e dove operare.

 

Ci parli della tecnica dental lifting.

Abrasione e usura dei denti causate da patologie quali il bruxismo o il reflusso gastroesofageo portano nel tempo ad una vera e propria modifica dei volumi originali del viso, con un visibile invecchiamento. Stesso discorso vale per l’edentulia: la perdita dei denti a lungo andare fa ridurre la distanza esistente tra punta del naso e punta del mento, facendo apparire il volto svuotato e segnato da rughe. Ciò accade perché la mancanza delle radici naturali dei denti provoca il riassorbimento osseo, vale a dire una riduzione dell’osso della mascella e della mandibola.

Correre ai ripari è possibile proprio grazie all’odontoiatria estetica: tecniche additive come intarsi, faccette o ricostruzioni con materiali compositi permettono di recuperare la dimensione verticale persa. Gli impianti dentali, invece, sostituiscono i denti mancanti ridonando nuovo sostegno e tono a labbra e viso.

 

Quanto queste tecniche hanno agevolato l’implantologia?

Moltissimo, l’implantologia che una volta era rivolta ad un pubblico elitario, oggi è alla portata di tutti. Oggi è possibile  fare una bocca completamente fissa, usando 4 impianti (  anche 6 se l’osso lo consente ). Mentre se l’osso non consente ed il paziente vuole fare una spesa minore si possono mettere due soli impianti, con tecnica super collaudata di “overdenture”.

 

Dott. Cirulli come nasce il suo libro “Come ritrovare serenità con l’implantologia dentale” ?

Dal 1986 mi occupo di implantologia a Bologna. In oltre 30 anni di professione ho ascoltato le paure, i desideri, i dubbi dei tanti pazienti che ho incontrato. Persone diverse accomunate dallo stesso identico desiderio di riappropriarsi della propria serenità con l’implantologia, a volte spaventate dal percorso necessario per realizzare questo sogno.

Portandomi dentro i timori e le forti emozioni vissute dai miei pazienti, ho deciso di scrivere un libro che fosse di aiuto a chi oggi sogna di ritornare a mangiare e a sorridere con l’implantologia.

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale PRIMA PAGINA ITALIA

Modifica consenso Cookie