Press Release

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Pagine Sì! SpA

RistoCarne on the road, a tavola con Dino Santeusanio: “La carne è un mondo da scoprire”

Pagine Sì! SpA

Quello della carne è un mondo ricchissimo, che può regalarci una nuova esperienza a tavola ogni giorno. A patto che ci si affidi a persone dotate di competenza e passione. C’è un argomento che mette tutti d’accordo: la carne per essere buona deve essere morbida, per questo spesso siamo portati a consumare tagli e animali pregiati. Ma non tutti sanno che i tagli nobili non sono i più saporiti e che con la giusta frollatura e cottura si possono rendere morbidi tagli meno noti ma più soddisfacenti dal punto di vista del sapore. A spiegarlo è Dino Santeusanio, macellaio e proprietario del ristorante RistoCarne on the road. “Chi sa cuocere la carne riesce a intenerire anche i pezzi più duri, senza dover scartare parti ricche di sapore ma notoriamente meno tenere – spiega Dino – Prendiamo come esempio la pancia del vitellone, ovvero il costato, che se ben cotto è estremamente morbido e gustoso”. Così, ogni parte di un animale diventa una scoperta. Una rivelazione che può avvenire sotto diversi aspetti: lo stesso pezzo si può mangiare cotto o crudo e l’animale può essere più o meno giovane. E poi, ci sono una miriade di razze da scoprire. “Dalla Fassona piementose, all’Angus texano o australiano fino all’Ocean Beef neozelandese: nel mio ristorante, ad esempio, è possibile assaggiare ogni giorno qualcosa di differente, per non annoiarsi mai e per potersi nutrire di cose diverse”, racconta Dino. Una ricchezza che Santeusanio trasmette ai propri clienti anche tramite il servizio. “Noi non abbiamo un menu, sono io ad ‘intervistare’ chi si siede a tavola e a consigliare la portata secondo i gusti di chi mi trovo davanti – racconta ancora Dino – Non bisogna mangiare solo perché si ha fame, ma anche interrogarsi sul lavoro che c’è dietro ad ogni prodotto e, perché no, imparare qualcosa di nuovo”.

Infatti, il segreto della buona carne, oltre alla qualità, sta anche nel servizio. “Io faccio una cottura sigillante di circa tre millimetri dall’interno verso l’esterno, quindi la carne resta cruda con una temperatura di 3 o 4 gradi e poi la servo al tavolo con un fornello di pietra lavica – sottolinea Santeusanio – in questo modo, la carne non cambia la sua struttura perché non subisce shock termici e il cliente se la può scottare o cuocere a suo piacimento, avendo la possibilità di mangiare a 20 centimetri dalla cottura”.

Dino Santeusanio è un macellaio che dopo quasi dieci anni di studio e di approfondimento di diversi metodi di lavorazione e tipi di carne, ha deciso di aprire nel 2012 il ristorante RistoCarne on the road, dove oggi è in grado di offrire la “carne perfetta”, perché adattata ad ogni tipo di palato. Nel suo ristorante, Dino offre piatti succulenti e mette a disposizione la sua esperienza perché il cliente possa nutrirsi e, al contempo, imparare qualcosa di più su quello che sta mangiando.

 

RistoCarne On The Road

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Pagine Sì! SpA

Modifica consenso Cookie