PNRR - Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza
  1. ANSA.it
  2. ANSA PNRR
  3. Marche
  4. Pnrr: Fermo, fondi 17,5 mln euro per realizzare biodigestore

Pnrr: Fermo, fondi 17,5 mln euro per realizzare biodigestore

Sindaco, realizzare impianto abbasserà Tari città e provincia

Redazione ANSA FERMO

(ANSA) - FERMO, 03 DIC - "Importante e storico finanziamento riconosciuto al Comune di Fermo e alla Fermo Asite". L'amministrazione comunale fa sapere che ieri il Ministero dell'Ambiente e della Sicurezza Energetica (Mase) ha pubblicato la graduatoria ed i risultati del bando, promosso dallo stesso Dicastero, per finanziare con fondi PNRR (investimenti sull'Economia Circolare) progetti sull'ammodernamento e la realizzazione di nuovi impianti di trattamento/riciclo dei rifiuti urbani provenienti dalla raccolta differenziata. Il progetto di Fermo, che aveva partecipato con una proposta sulla realizzazione del biodigestore per il trattamento anaerobico dei rifiuti organici, è stato ammesso al finanziamento di circa 17,5 milioni di euro.
    Soddisfazione viene espressa dal Sindaco Paolo Calcinaro che ha dichiarato: "il risultato è straordinario, siamo sedicesimi in tutta Italia su 500 domande e tredicesimi nel centro sud, un plauso enorme all'Asite, un riconoscimento che va tributato a tutto il Consiglio di Amministrazione per il gran lavoro che ha fatto su questo progetto, al Presidente, al Direttore, ai consulenti. E' un risultato straordinario per la città - ha aggiunto - perché questo consentirà di avere una produzione di energia a Fermo dal 2026, in quanto è realizzazione complessa e per questo non potrà avvenire da domani. La realizzazione di questo impianto andrà ad abbassare la Tari dei cittadini di Fermo e di tutta la Provincia".
    La realizzazione di biodigestori, in sviluppo in tutta Italia, "si inquadra nell'ambito dell'attuazione del protocollo di Kyoto, che richiama gli Stati membri, quindi l'Italia e di conseguenza le Regioni, ad una più incisiva azione nella riduzione delle emissioni dei gas clima, fissando una quota obbligatoria di energia prodotta da fonti energetiche rinnovabili sul consumo totale di elettricità". Il progetto proposto dalla Fermo Asite, partecipata dal Comune di Fermo ed affidataria in house di servizi pubblici, proprietaria e gestore dell'impianto di smaltimento/interramento nell'ambito del Cigru, riguarda un "sistema impiantistico complesso, costituito da una sezione di digestione anaerobica dei rifiuti per la produzione di biogas e la sua successiva purificazione per ottenere biometano. I rifiuti destinati a trattamento nel nuovo sito impiantistico saranno costituiti essenzialmente dalla frazione organica per una quantità, ridotta rispetto all'iniziale progetto, di 35 mila tonnellate all'anno, in gran parte proveniente dall'ambito dell'ATA 4 della Provincia di Fermo. Il sistema impiantistico progettato ha come obiettivi: "recuperare risorse, produrre energia e ridurre la necessità di discarica". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Leggi anche: