Piemonte

Arte: bilancio positivo per The Phair, riparte sistema fiere

Casiraghi, tanti collezionisti e artisti. A novembre The Others

(ANSA) - TORINO, 20 GIU - Chiude con un bilancio positivo The Phair, prima fiera d'arte contemporanea in presenza post Covid, con focus sulla fotografia. Un buon segnale, quello che arriva da Torino, per la ripartenza del sistema fieristico italiano che a settembre riprenderà a pieno ritmo. Un respiro di sollievo anche per i trenta galleristi di tutta italia che hanno allestito per tre giorni, dal 18 al 20 giugno, spazi di grande qualità sotto le volte del padiglione Nervi di Torino Esposizioni, location simbolica sede in passato di appuntamenti mondiali come il Salone Internazionale dell'Automobile e le Olimpiadi invernali del 2006.
    Nello stesso padiglione a novembre - annuncia Roberto Casiraghi, ideatore con Paola Rampini di The Phair - si terrà The Others, fiera d'arte indipendente, in programma durante la settimana dell'arte contemporanea di Torino.
    "Sono arrivati a Torino tanti collezionisti dal Nord Italia, investitori, direttori di musei e giovani artisti. Per i galleristi ci sono stati contatti e occasioni di lavoro futuro.
    Una testimonianza per la città che ci ha sostenuto, in particolare il Comune, la Camera di Commercio e l'Unione industriale. Il pubblico sarebbe stato probabilmente più numeroso se non fossero state giornate di caldo terribile", sottolinea Casiraghi. Tra i volti noti ha destato curiosità quello di Luciana Littizzetto. Successo anche per le iniziative cittadine collaterali programmate da fondazioni, gallerie, musei, spazi pubblici e privati per Photo Days, organizzato con il supporto della Camera di Commercio. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie