Nazione

Stati Uniti

39 41 33

Cina

38 32 18

Giappone

27 14 17
Nazione

Regno Unito

22 21 22

ROC

20 28 23

Australia

17 7 22
Nazione

Paesi Bassi

10 12 14

Francia

10 12 11

Germania

10 11 16
Nazione

Italia

10 10 20

Canada

7 6 11

Brasile

7 6 8
Nazione

Nuova Zelanda

7 6 7

Cuba

7 3 5

Ungheria

6 7 7

Paralimpiadi: Pancalli, da medaglie nasca un'Italia migliore

Presidente Cip: "Spero che delegazione arrivi a 350 atleti"

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 05 SET - "Era tutto previsto, la mia scaramanzia mi impedisce di esprimermi prima, ma il contrario avrebbe significato aver lavorato male: noi sapevamo di aver lavorato alla grande. Sui risultati ci aspettavamo qualcosina che forse è mancato, ma siamo più che soddisfatti e consapevoli che forse a Tokyo si sta concludendo un ciclo iniziato 12 anni fa su cui abbiamo investito e creduto molto, lo testimonia una delegazione con più del 50% di esordienti, molti dei quali a medaglia, ma la metà erano veterani". Lo ha detto Luca Pancalli, presidente del Comitato Paralimpico Italiano, nella conferenza stampa consuntiva dei Giochi Paralimpiadi. "Parigi è fra 3 anni, giusto guardare al futuro, ma bisogna rimettersi al lavoro subito. Il risultato di ieri è stata la più bella istantanea con cui chiudere una Paralimpiade bellissima per i risultati e per aver regalato dalla testimonianza di ogni singolo atleta l'immagine dell'Italia più bella, del Paese che sta tentando faticosamente di uscire dalla pandemia - sottolinea -.
    L'immagine di atleti che hanno fatto della loro resilienza la connotazione non solo come atleti, ma di uomini e donne di questo Paese, forse anche per questo abbiamo ricevuto tanto affetto e calore. Vedere le principali testate aprire oggi con l'immagine delle nostre atlete, mi ha fatto dare un pizzicotto per vedere se fosse vero o se stessi sognando: con orgoglio dico che noi abbiamo lavorato per questo. Ora si riparte come abbiamo sempre fatto, non addormentandoci sugli allori, ma sapendo che stiamo giocando una partita molto lunga e che il risultato deve ancora arrivare".
    "Ho ricevuto messaggi da persone che non conosco, mia madre che ha 86 anni è stata la nostra prima tifosa: siamo contagiosi, questo contagio è positivo. Mi auguro non si spenga con la fiaccola - conclude -. Su questa fiaccola bisogna costruire un'Italia migliore: nel nostro Paese ci sono 3 milioni di disabili, togliendo gli anziani abbiamo più di un milione di ragazzi da intercettare. Tutto quello che abbiamo fatto a Tokyo, spero aiuti a tenere alti i riflettori sui percorsi di politica sportiva e sociale necessari per fare in modo che la nostra delegazione non sarà di 113 atleti, ma magari di 300 o 350".
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Modifica consenso Cookie