/ricerca/ansait/search.shtml?tag=
Mostra meno

Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Emergenza grano, Italia, Ucraina e Slovacchia studiano corridoio

Emergenza grano, Italia, Ucraina e Slovacchia studiano corridoio

Console onorario: 'Trieste potrebbe essere porto di partenza'

TRIESTE, 22 settembre 2023, 19:41

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

Per far fronte all'emergenza umanitaria dopo il mancato rinnovo dell'accordo sull'esportazione del grano, oggi all'ambasciata della Repubblica Slovacca a Roma si è riunito un tavolo di confronto trilaterale tra Ucraina, Italia e Slovacchia.
    Tra i partecipanti - informa una nota del consolato della Repubblica Slovacca a Trieste - il ministro delle Imprese e del Made in Italy Adolfo Urso, il ministro dei Trasporti slovacco Pavol Lančarič, l'ambasciatore ucraino in Italia Yaroslav Melnik e l'ambasciatore della Repubblica Slovacca in Italia Karla Wusterovà.
    Obiettivo dell'incontro, riporta la nota, "definire una strategia su come far arrivare i prodotti agroalimentari dall'Ucraina alle parti più sofferenti del mondo attraverso un corridoio di solidarietà che attraversi l'Europa partendo dal cruciale snodo ferroviario slovacco di Kosice, dove l'infrastruttura con scartamento ucraino si collega a quella europea consentendo il passaggio delle merci. Strategico in questo quadro il ruolo di Trieste come porto di partenza delle merci alimentari provenienti via treno dall'Ucraina e destinate ai Paesi più in difficoltà".
    "Oggi è emersa chiaramente la volontà politica delle parti di dare vita in tempi rapidi a questo corridoio - ha affermato Luca Farina, console onorario della Repubblica Slovacca a Trieste per il Friuli Venezia Giulia - e come Trieste possa essere lo sbocco perfetto verso il trasporto via mare. Tutti hanno convenuto che il porto di Trieste abbia le caratteristiche tecnico-logistiche e le competenze per gestire l'importantissima fase finale di questo corridoio. A breve seguiranno altri incontri, che ospiteremo a Trieste, per definire i dettagli tecnici di questo progetto che dovrà essere operativo in tempi rapidi".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza

ANSA Corporate

Se è una notizia,
è un’ANSA.

Raccogliamo, pubblichiamo e distribuiamo informazione giornalistica dal 1945 con sedi in Italia e nel mondo. Approfondisci i nostri servizi.