Percorso:ANSA > Nuova Europa > Altre News > Zelensky a Davos, 'mantenete l'unità, i russi la temono'

Zelensky a Davos, 'mantenete l'unità, i russi la temono'

Ucraina diventi nazione sicura ed attraente

23 maggio, 18:03
(ANSA) - ROMA, 23 MAG - "Io sono riconoscente al mondo, non perdete questo sentimento di unità, è il segno della forza che i russi temono". Lo ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky intervenendo a Davos per il World Economic Forum.

"Spero che ognuno di voi potrà svegliarsi al mattino chiedendosi: cosa posso fare per l'Ucraina oggi?", ha poi aggiunto.Il presidente ucraino ha poi chiesto "sanzioni massime" contro la Russia. Serve un "embargo completo sul petrolio, che "tutte le banche russe siano escluse dai sistemi globali e che non ci sia nessun commercio con la Russia", ha precisato in collegamento video. "Dobbiamo fare in modo che l'Ucraina diventi una nazione sicura, una nazione attraente, ed è quello che sogno per l'Ucraina", ha sottolineato Zelensky.

Il mondo deve aiutare l'Ucraina a sbloccare i suoi porti che affacciano sul Mar Nero, assediati o minacciati dalla Russia che in questo modo ferma i commerci e impedisce gli approvvigionamenti alimentari su scala globale, ha da parte sua detto Yulyia Svyrydenko, vicepremier e ministra dell'Economia ucraina, durante uno dei panel del Forum economico mondiale.

Svyrydenko ha anche invitato le economie occidentali a un nuovo piano Marshall per la ricostruzione del Paese, cui potrebbero contribuire gli asset russi congelati attraverso le sanzioni.

"Dobbiamo trovare una soluzione chiara su come vendere questi asset per la ricostruzione dell'Ucraina". L'esponente del Governo ucraino ha poi esortato l'Ue ad approvare senza indugio "un secondo pacchetto di sanzioni che vieti le importazioni di petrolio russo" (ANSA).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati